Iscriviti

Mattino Cinque, Al Bano su coronavirus: "Si tratta di una terza guerra mondiale"

Il celebre cantante pugliese Al Bano Carrisi ha commentato ai microfoni di Mattino Cinque la difficile situazione sanitaria causata dal coronavirus, manifestando tutta la sua preoccupazione.

Televisione
Pubblicato il 10 marzo 2020, alle ore 23:16

Mi piace
9
0
Mattino Cinque, Al Bano su coronavirus: "Si tratta di una terza guerra mondiale"

Nell’ultima puntata di Mattino Cinque – in onda martedì 10 marzo 2020 alle 8,30 su Canale 5 – si è tornati a parlare di Covid-19, meglio conosciuto ormai con il nome di Coronavirus, così come della recente decisione del Governo, che la scorsa serata ha emanato un nuovo decreto, estendendo la zona rossa a tutto il territorio italiano. 

Gli italiani sono stati caldamente invitati a rimanere a casa, a non allontanarsi dalla propria città se non per comprovati motivi di lavoro o per ragioni mediche e familiari. Disposizioni che hanno seguito anche molti personaggi del mondo dello spettacolo, che a loro volta condividono sui social video in cui invitano i propri follower a seguire il loro esempio, rimanendo a casa.

La preoccupazione di Al Bano per il coronavirus 

Mediaset ha preso la decisione di sospendere tutti i programmi di intrattenimento come Verissimo, CR4 e Domenica Live per dare più spazio all’informazione, assicurata oltre dai telegiornali delle tre reti del Biscione, anche da programmi come Pomeriggio Cinque e Mattino Cinque. Proprio nelle ultime ore, a Mattino Cinque, il co-conduttore Francesco Vecchi ha raggiunto al telefono il cantante pugliese Al Bano Carrisi. 

Il celebre “Leone di Cellino San Marco” ha dovuto rinunciare a molti dei suoi impegni professionali, che lo avrebbero portato non solo in giro per l’Italia, ma anche del mondo intero. L’artista, che recentemente ha scaldato insieme a Romina Power il pubblico di “Amici”, ha raccontato come sta vivendo questo periodo di emergenza per il coronavirus, in tal senso le sue parole: “Per la prima volta nella vita ho un po’ di paura, soprattutto per i miei figli. Per l’Italia e per il mondo” – quindi ha aggiunto – “Stiamo prendendo coscienza che si tratta di una terza guerra mondiale!“.

Al Bano non ha quindi nascosto la sua preoccupazione, che è aumentata anche in seguito alla recente decisione del Governo –  annunciata dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella serata del 9 marzo – a seguito della quale l’intero territorio nazionale è stato considerato zona rossa. Al Bano Carrisi ha proseguito dicendo: “Siamo inermi al coronavirus, non perdona nessuno. Bisogna correre ai ripari“. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Non bisogna farsi prendere dal panico e creare degli allarmismi. Le parole di Al Bano mi sembrano alquanto esagerate, anche se la situazione è decisamente seria. In questo momento la popolazione italiana è chiamata a fare delle rinunce, seguire degli accorgimenti, che fanno la differenza, prevenendo la possibilità di contagio per molti. Stiamo a casa, laviamoci spesso le mani, manteniamo una distanza di sicurezza di almeno due metri e più.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!