Iscriviti

GF Vip, squalifica Clizia Incorvaia: il comunicato dei Carabinieri e il dietrofront degli sponsor

Al "Grande Fratello Vip" sta per scatenarsi l'inferno dopo le dichiarazioni di Clizia Incorvaia su Tommaso Buscetta e l'invettiva contro Andrea Denver.

Televisione
Pubblicato il 24 febbraio 2020, alle ore 12:12

Mi piace
5
0

La puntata del “Grande Fratello Vip” che andrà in onda questa sera lunedì 24 febbraio su Canale 5, è molto attesa dopo che le dichiarazioni davvero sorprendenti di Clizia Incorvaia su Tommaso Buscetta, il pentito di Mafia che collaborò per primo con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, hanno sollevato critiche e clamore.

Per riassumere brevemente i fatti, Clizia ha inveito contro il modello italo-americano reo, secondo l’ex moglie di Francesco Sarcina, di aver fatto il suo nome durante le scorse nomination. Non appena Denver ha provato a riconciliarsi con lei, la Incorvaia lo ha definito “un Buscetta e un uomo senza pa**e“.

GF Vip, Clizia Incorvaia nei guai: il comunicato dei Carabinieri e degli sponsor

L’indignazione sul web è stata tantissima e ha portato ad una probabile squalifica di Clizia, ipotesi avvalorata dalla sospensione del televoto in corso. Non sono stati solo gli internauti a provare rabbia per quelle parole, anche l’Associazione dei Carabinieri ha voluto prendere le distanze e, con un duro commento, ha esternato il proprio pensiero in merito alla questione: “La signora in bikini dovrebbe fare meno bagni in piscina e studiare di più la storia per rispetto di tutte le vittime di mafia”, si legge in un post su Instagram.

Lo sdegno per quanto accaduto arriva anche dagli sponsor che si dissociano fortemente dal comportamento della Incorvaia, come successe durante l’edizione di Barbara D’Urso quando avvenne l’increscioso scontro tra Baye Dame e Aida Nizar. Allora alcuni marchi che sponsorizzavano il programma, ritirarono il loro nome lasciando i gieffini sprovvisti dei loro prodotti.

In questo momento alcuni marchi come “Poppo shop“, “Artègo” e “Givova” hanno diffuso comunicati che chiedono: “L’assoluto rispetto dovuto a tutte le vittime di mafia (…). Alla luce dei fatti e certi che la Produzione condivida il nostro rammarico, aspettiamo i seri e urgenti provvedimenti da tenere in caso di accadimenti gravi come questo”.

Non ci resta che attendere la puntata di questa sera che farà luce sulla questione e imporrà dei seri provvedimenti per Clizia Incorvaia, il più probabile sarà di certo l’espulsione dal gioco.

Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Clizia Incorvaia non si è resa conto davvero della gravità delle sue parole, usando un nome come Buscetta in un contesto del genere. Siamo d'accordo che non sia un personaggio da applausi per alcune scelte di vita, ma il senso negativo del termine "pentito" ha gettato Clizia in un turbinio di polemiche da cui sarà difficile uscire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!