Iscriviti

YouTube: titoli dei video più leggibili su Android, e nuova strategia per i contenuti ad alto budget

YouTube, secondo voci da oltreoceano, sarebbe pronta a cambiare la sua strategia commerciale in relazione ai contenuti ad alto budget autoprodotti: ciò avverrà entro fine anno ma, sin da ora, sul client Android, è arrivo un restyling per i titoli dei video.

Software e App
Pubblicato il 27 marzo 2019, alle ore 11:59

Mi piace
6
0
YouTube: titoli dei video più leggibili su Android, e nuova strategia per i contenuti ad alto budget

Per un colosso della tecnologia, come Apple, che si lancia nella produzione di contenuti originali, ve n’è uno, come Google, che sembra fuggirne, quanto meno per quel che concerne YouTube. Quest’ultima, però, procede a passo di marcia verso il miglioramento del suo client principale per Android, con l’avvio di un piccolo restyling volto a migliorarne la leggibilità. 

Secondo quanto emerso e segnalato da alcuni utenti dell’applicazione, la versione 14.10.53 di YouTube per Android sta avviando l’implementazione di una novità riguardante i titoli del video. Sino a poco tempo fa, questi ultimi – se più grandi di due righe – venivano troncati e sostituiti con puntini, rendendo difficile capire appieno di cosa trattasse il filmato: per attenuare tale inconveniente, YouTube avrebbe deciso di presentare (anche nelle sezioni Tendenza e Home) i titoli dei video (in particolare quando questi ultimi vengono avviati) con un carattere maggiormente compatto ma, onde preservarne la leggibilità, grassettato.

La novità menzionata, che presenta i titoli dei video su YouTube per Android con un carattere più compatto e in grassetto, risulterebbe in corso di attivazione da server remoto (inutile, quindi, correre a scaricare l’ultimo apk o l’ultima beta) da qualche giorno, tanto che non tutti gli utenti sembrerebbero riuscire a notarla. 

Da oltre oceano giunge una notizia alquanto inattesa per le produzioni ad alto budget di YouTube proposte da Google nell’ambito del progetto Originals di YouTube Red: la rivista economica Bloomberg, infatti, sostiene che Mountain View non ha ottenuto i riscontri desiderati dalle sue produzioni inedite, proposte in abbonamento agli utenti dopo una puntata pilota gratuita: per questo motivo, sarebbe stata cancellata l’approvazione per gli script relativi alle nuove stagioni di diverse serie autoprodotte di stampo hollywoodiano, tra qui quella di fantascienza Origin, ed altre come la commedia Overthinking with Kat & June (che, a questo punto, potranno essere proposte ad altri editori). Ancora non è noto, invece, il destino della serie Step Up: High Water, andata in onda con una prima stagione di 10 episodi, e la cui seconda annata era stata approvata appena il Maggio scorso. 

La motivazione sarebbe dettata, a quanto pare, dalla constatazione – avendo guadagnato 15 miliardi di dollari solo in inserzioni pubblicitarie nel 2018, dal fatto che il modello gratuito di proposizione dei contenuti, sin qui seguito, funziona ancora. YouTube, in ogni caso, ha commentato a caldo le indiscrezioni, confermando di accettare ancora le proposte di programmi, che a breve ne verranno pubblicati di nuovi, e che entro la fine dell’anno sarà varato un nuovo formato – ma supportato dalla pubblicità – per il rilascio degli spettacoli (quindi fruibili da tutti).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - YouTube, in sostanza, non fa marcia indietro in tema di produzioni originali, ma smette di seguire il modus operandi di Netflix ed Hulu, tornando alle origini, con contenuti gratuiti supportati dalla pubblicità. Ha sempre fatto così e, quanto pare, ancora con ottimi risultati economici. Quanto al client Android, la novità menzionata non sarà risolutiva del problema riscontrato ma, a conti fatti, dovrebbe ridurne la comparsa e le occorrenze: quindi, è un passo avanti ben gradito, in un'ottica di miglior usabilità generale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!