Iscriviti

YouTube: nuova interfaccia per YouTube Music, Picture-in-Picture per tutti, e funzioni anti distrazioni e binge watching

Google ha avviato il rilascio di diverse novità per YouTube, tra cui la feature "Picture-in-Picture" e diverse migliorie per ridurre le distrazioni e la dipendenza dallo streaming seriale: in più, è partito il test di una nuova interfaccia per YouTube Music.

Software e App
Pubblicato il 10 maggio 2018, alle ore 20:16

Mi piace
6
0
YouTube: nuova interfaccia per YouTube Music, Picture-in-Picture per tutti, e funzioni anti distrazioni e binge watching

Google, al momento, ha un’offerta musicale un po’ troppo frastagliata: nonostante molte persone usino YouTube come una sorta di juke box, sul campo, oltre a YouTube Red (presente solo in alcuni mercati), vi è anche Play Music, la cui prossima chiusura porterà diverse funzionalità a confluire in un altro servizio musicale di Mountain View, YouTube Music (che, in futuro, potrebbe evolversi nella sua forma definitiva: YouTube Remix).

In vista proprio di questo passaggio, un utente di Reddit ha rivelato l’esistenza di un test privato che, presto, potrebbe portare YouTube Music a beneficiare di diverse migliorie: in particolare, gli screenshot diffusi in rete mostrano una nuova interfaccia utente che, durante la riproduzione di un brano, si estende a schermo intero, mostrando la copertina del relativo album e, meglio messi in evidenza, i comandi per la gestione della riproduzione con, in basso, una barra di navigazione all’interno della quale è specificato il prossimo brano calendarizzato per lo streaming, e la playlist all’interno della quale è ospitato. Non solo: a lato del nome del brano, una freccia verso l’alto permetterà di accedere alla nuova funzione “Coda”, grazie alla quale l’utente potrà variare l’ordine di riproduzione dei brani musicali. Google, interpellata da The Verge, non ha potuto far altro che ammettere che, nell’ambito del suo costante impegno per migliorare YouTube Music, si sta sperimentando un aggiornamento della pagina del player.

Nel frattempo, sembra che Google stia estendendo agli utenti di tutto il mondo, in possesso di smartphone di varie marche, la funzione “picture in picture” che, consentita da Android Oreo, permette di continuare a vedere un video, grazie ad una finestra flottante, nel mentre si fa altro. Inizialmente, tale feature era prerogativa degli utenti americani in possesso di un abbonamento al servizio YouTube Red ma, a quanto pare, in seguito a molteplici critiche, è arrivato il passo indietro di queste ore. Per scoprire se si è tra i fortunati utenti già coinvolti nel relativo roll-out di queste feature, occorre – disponendo di Android Oreo 8.0 – scaricare la versione 13.16.55 di YouTube e, nelle sue impostazioni, cercare proprio l’eloquente voce ” Picture in Picture”

Sempre parlando di roll-out in corso, diversi utenti hanno confermato l’arrivo di alcune novità annunciate dal quartier generale di Mountain View, durante lo scorso evento Google I/O 2018: nello specifico, una prima novità, attivabile nella sezione “notifiche” delle impostazioni dell’app, permette di impostare un lasso temporale durante il quale silenziare, come sonoro e vibrazione, le notifiche che, tra l’altro, possono anche essere concentrate in un comodo riepilogo generale, da mostrare una sola volta al giorno, nell’orario che si preferisce. In tal modo, si dovrebbero ridurre le distrazioni, ed ottimizzare lo spreco di spazio nell’area notifiche. 

La seconda novità in corso di rilascio in queste ore afferisce il problema del “binge watching”, che porta alcune persone a perdere la nozione del tempo guardando un video dopo l’altro. Per ridurre la portata di questa “mania”, è stata prevista una nuova sezione (“Ricordami di fare una pausa”), nelle impostazioni, che permette all’utente farsi invitare a fare un break ogni tot (quantificabile in 15/30/60/90/80 minuti). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Spero bene che, prima o poi, Google metta davvero ordine nella sua offerta musicale che, anche ai più esperti del settore, sembra fumosa come la nebbia di Londra: nel frattempo, trovo davvero utile l'arrivo della funzione del picture in picture, che permetterà di sfruttare il multitasking dei moderni telefoni, dotati di ampi schermi e tanta RAM, e le implementazioni che ridurranno distrazioni e dipendenza dallo streaming seriale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!