Iscriviti

YouTube: novità per Music, TV, Kids e Play Store

Da Mountain View è partita un'ampia carrellata di novità, via attivazione da server remoto o come semplice test, a favore di diverse emanazioni della piattaforma di streaming YouTube: ecco quelle più importanti, illustrate di servizio in servizio.

Software e App
Pubblicato il 28 maggio 2020, alle ore 09:18

Mi piace
9
0
YouTube: novità per Music, TV, Kids e Play Store

YouTube, la celebre piattaforma di music e video streaming del gruppo Alphabet (Google), particolarmente attiva nell’ultimo periodo, ha attenzionato le sue diverse emanazioni, tra cui YouTube Music, YouTube TV, e YouTube Kids, di svariante novità degne d’attenzione. 

La prima e più importante novità messa in campo da Google per il suo servizio di riproduzione multimediale riguarda YouTube Music, di recente provvisto di un tool per la migrazione musicale da Play Music, e beneficiato anche da una finestra di riproduzione rivisitata: secondo quanto rendicontato da alcuni utenti su Reddit, e confermato da AndroidPolice, il servizio in questione, via attivazione da server remoto avrebbe messo a disposizione (anche in Italia, ma non su ancora su tutti gli artisti) la facoltà di salvare (come già su Spotify e Apple Music) nella propria libreria, e di scaricare off-line le tracce di un album (es. “Domesticated” di Sébastien Tellier) prima della relativa data ufficiale di rilascio: in sostanza, sarà possibile esplorare la tracklist di un album e, in corrispondenza dei brani scaricabili o salvabili, contrassegnati in bianco, apparirà l’apposito pulsante d’azione mentre, per quelli non ancora disponibili, resi graficamente in grigio, un tap sul brano, dall’app (ma non nella versione desktop), restituirà l’avviso di “Brano non disponibile” (col download successivo che dovrebbe avvenire automaticamente). 

Per lo più circoscritta ai paesi in cui il servizio è già attivo è la novità riguardante la piattaforma YouTube TV (49.99 dollari al mese) che, rispettando i proclami di inizio anno, da oggi consente di abbonarsi ed accedere (nella sezione Guida TV) direttamente ai canali di HBO (pagando 14.99 al mese dopo una settimana di prova) e Cinemax (+ 9.99 dollari al mese, sempre dopo 7 gg di prova free), all’insegna di un’offerta televisiva sempre più ricca e completa. 

Gli amanti del servizio YouTube Kids, con avanzate funzioni di parental control e contenuti adatti all’utenza più giovane, in attesa del suo esordio anche sui dongle Roku o Amazon Fire TV, godranno dell’opportunità di potervi accedere direttamente dalle Apple TV (in versione 4K di 4a e 5a generazione) dopo averne scaricato la relativa applicazione dall’App Store di tvOS. I controlli parentali già impostati per lo stesso account su altri dispositivi verranno trasferiti automaticamente e, in più, si potrà beneficiare, via telecomando, del supporto della stringa vocale “Ehi Siri, apri YouTube Kids“. 

Infine, sembra che Google abbia avviato un test in base al quale, all’interno del Play Store, in calce alla descrizione di alcuni giochi (es. PUBG Mobile), sarebbe apparsa la sezione “Watch others play”, comprensiva di un carosello orizzontale di video inerenti al gioco, ospitati e suggeriti da YouTube, benché al momento non sia chiaro se la relativa riproduzione possa avvenire all’interno dello store stesso, o mediante un richiamo dell’app YouTube. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nell'attesa di poter apprezzare anche in Italia YouTube TV, e la sua offerta sempre più ricca, magari nelle zona in cui il digitale terrestre non arriva, trovo senz'altro apprezzabile il fatto che YouTube Music ora disponga della funzione che permette di ascoltare in anteprima alcuni album (o parte di essi). Allo stesso modo, valuto positivamente anche l'ulteriore diffusione di YouTube Kids che, però, è ancora ben lungi dall'essere presente di default su tutte le smart tv o gli smart display.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!