Iscriviti

WhatsApp: rumors su restyling chat bar e micropagamenti tra utenti

Secondo quanto emerso nelle scorse ore dal circuito dei leakers (WABetaInfo), sembra che WhatsApp abbia in cantiere, tra le altre cose, di semplificare l'attivazione del sistema dei micro-pagamenti tra utenti, attualmente attivo in poche nazioni.

Software e App
Pubblicato il 14 maggio 2021, alle ore 13:23

Mi piace
7
0
WhatsApp: rumors su restyling chat bar e micropagamenti tra utenti

Ultimamente, il team di Menlo Park sembra incontenibile nel suo rilasciare – praticamente a cadenza quotidiana – delle beta release per la sua celeberrima applicazione di messaggistica istantanea nota come WhatsApp che, dopo aver fornito nuovi segni di sviluppo per il backup crittografico in cloud, sempre grazie ai leakers è risultata esser al lavoro anche sul sistema dei micro-pagamenti tra utenti.

Il sistema dei micropagamenti tra utenti di WhatsApp attualmente, dopo un lungo tira e molla con le locali istituzioni, risulta operativo in Brasile e in India: in quest’ultimo mercato, ove l’app in verde ha circa 400 milioni di utenti, il tutto trova appoggio sulla piattaforma “UPI Payments” (Unified Payments Interface) ma, al momento, prevede una procedura d’attivazione alquanto laboriosa per l’utente comune.

Nello specifico, l’utilizzatore interessato, reperito un contatto a cui i micropagamenti di WA sian già stati attivati, dovrà ricevere da quest’ultimo una “notifica di pagamento” (tramite la voce Payment collocata nella sezione degli allegati di chat), anche se il mittente – in concreto – non invierà alcuna cifra. A quel punto, se il destinatario della medesima non è abilitato, riceverà una notifica in chat, tippando sulla quale si sarà invitati a configurare il sistema di pagamento dell’app: da quel momento, si potrà ricevere e inviare danaro ai propri contatti di messaggistica, che sian amici, colleghi, o familiari. 

Secondo una nuova analisi codicistica condotta dai leaker di WABetaInfo sull’appena rilasciata beta androidiana 2.21.10.11 di WhatsApp, le cose sono – per fortuna – destinate a cambiare, dacché le schermate estratte rendicontano di come sia in preparazione una nuova sezione delle impostazioni che, dopo una finestra introduttiva, chiederà all’utente di configurare gli UPI Payments sostanzialmente associandovi il proprio conto corrente

Da segnalare, inoltre che, sempre mediante l’attività di reverse engineering, i leakers di cui sopra hanno scoperto come il restyling della barra di chat per Android, intesa a somigliare a quella già in auge su iOS, fornita a pochi beta tester con la release 2.21.9.9, ora risulti esser stata messa a disposizione d’un maggior numero di utenti

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sarebbe davvero tanto comodo poter usare WhatsApp come sistema di pagamento, non solo per scambiare somme tra privati, ma anche in ottica e-commerce, per pagare gli acquisti online: in fondo, in Cina ciò accade ogni giorno con WeChat. Indubbiamente, il sistema di WhatsApp va affinato, quanto meno in India dove risulta essere molto farraginoso: tuttavia, non è escluso che il tutto funzioni in modo diverso da mercato a mercato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!