Iscriviti

WhatsApp: in rilascio sul web il raggruppamento degli stickers

Secondo quanto emerso, WhatsApp starebbe rilasciando, a favore della sua variante web based, una feature testata a lungo dalla scorsa estate, che permetterà di raggruppare gli adesivi ricevuti: il tutto mentre la chat app è vittima di una campagna di phishing.

Software e App
Pubblicato il 26 novembre 2019, alle ore 00:34

Mi piace
6
0
WhatsApp: in rilascio sul web il raggruppamento degli stickers

WhatsApp, sempre più la chat-app più diffusa e installata al mondo, è attualmente impegnata nello sviluppo di una funzionalità che permetterà di usare uno stesso account su più dispositivi: nel mentre, però, la popolare piattaforma, per altro in fase di roll-out con un’apprezzata modifica per la variante web based, è risultata coinvolta, suo malgrado, in un attacco hacker ai danni di diversi correntisti.

Per Unicredit, già interessata il mese scorso da un pesante furto di dati, non sembra essere uno dei momenti migliori, posto che diversi esperti di sicurezza hanno reso noto come, usando come untore WhatsApp, i criminali 2.0, oltre a BNL e Intesa Sanpaolo, abbiano preso di nuovo di mira proprio la celebre banca milanese di Piazza Gae Aulenti.

Il tutto avvien tramite messaggi di phishing, con oggetto “Gentile Utente” che, mediante l’inclusione di un apposito link, invitano l’utente al click per aggiornare, con una certa urgenza, le proprie credenziali di accesso al home banking posseduto: la procedura, portata avanti tramite siti web del tutto simili agli originali, anche nel nome e nell’url degli stessi, prevede che, prima di poter inserire le nuove credenziali, si debbano fornire quelle precedenti che, in realtà, vengono passate agli hacker.

Per fortuna, a limitare di molto i danni contribuisce l’introduzione di una sorta di autenticazione bifattoriale bancaria, su stimolo delle istituzioni europee, grazie alla quale ogni operazione online va poi confermata sul proprio smartphone, inserendo il pin d’accesso o procedendo con la scansione dell’impronta digitale. Non potendo Facebook intervenire, stante la natura privata dei messaggi, protetti dalla crittografia end-to-end, la difesa da tale minaccia spetta agli utenti, che non devono cliccare sui link sospetti e che, in caso di dubbio, devono consultare l’assistenza clienti della propria banca.

WhatsApp, però, oltre ad essere un terreno di caccia sempre più ambito dagli hacker, è sovente terminale anche di buone notizie per i propri utenti che, nello specifico, presto potranno beneficiare anche nel client web (dopo i test partiti ad Agosto) d’una novità molto attesa, volta a migliorarne l’esperienza d’uso. Secondo WABetaInfo, tale versione della chat-app, in queste ore, sta ricevendo una feature che consente di impilare gli adesivi, compattandoli, onde non ingombrare le conversazioni nel caso se ne ricevano diversi in un colpo solo, allo stesso modo di come, lato mobile, è possibile fare anche per gli elementi multimediali tradizionali (video e foto). 

Secondo gli esperti leaker, la novità non risulta attiva per tutti gli utenti, chiaro segno di un roll-out in corso ma, in ogni caso, è possibile provare a forzarne l’introduzione chiudendo e riaprendo la pagina di WhatsApp Web. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La facoltà di raggruppare in album elementi multimediali ed adesivi è davvero molto pratica e funzionale: da quel che si dice in Rete, tuttavia, non è chiaro se, nel client web di WhatsApp, arriverà solo il raggruppamento degli sticker o anche quello di foto ed immagini. Bisognerà attendere il completamento del roll-out per poterlo appurare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!