Iscriviti

WhatsApp: in rilascio (beta) su Android la crittografia dei backup

Dopo alcuni tentennamenti estivi, WhatsApp ha finalmente ripreso il test pubblico, nel suo client beta per Android, della funzione che consentirà la crittografia end-to-end dei backup istradati online su Google Drive.

Software e App
Pubblicato il 8 ottobre 2021, alle ore 11:23

Mi piace
3
0
WhatsApp: in rilascio (beta) su Android la crittografia dei backup

Prima di varare una funzionalità, occorre testarla per bene, per essere sicuri che non presenti inconvenienti. Ciò impone spesso di dover ritirare una novità prima del rilascio finale, nel caso sopraggiungano feedback negativi, per poi ripristinarla in seguito, corretta: esattamente questo è quel che sta accadendo in WhatsApp che, finalmente, ha ripreso a testare pubblicamente la crittografia dei backup su Android.

Nella scorsa beta di WhatsApp per iOS, release 2.21.200.14, la funzione che protegge i backup su iCloud era stata data come in test presso uno sparuto numero di utenti: su Android, invece, le cose erano iniziate molto prima, addirittura a Luglio, quando con la beta release 2.21.15.5 era stato rilasciato questo miglioramento securtivo anche per il robottino verde. Peccato che, con la successiva beta 2.21.15.7 il tutto fosse stato fatto sparire, forse a causa di un’attivazione precipitosa e per errore che, infatti, presentava qualche bug di troppo. 

Le scorse ore, però, hanno fatto segnare un nuovo passo d’avanzamento per la crittografia end-to-end dei backup su Google Drive: i leaker di WABetaInfo, infatti, hanno messo le mani sulla beta 2.21.21.5 di WhatsApp per Android caricata nel Play Store e, alle prime luci dell’alba, su ApkMirror.

Dalla stessa si è potuto vedere come la stessa rechi in pubblico, quindi adoperabile da tutti, la funzione che blinda i backup, prima di inviarli online, mediante una password o un passcode di 64 caratteri, all’insegna di quella crittografia end-to-end che lascia fuori persino il manutentore del cloud service (in questo caso Google) oltre a quello della piattaforma (Facebook, WhatsApp) che, di fatti, in caso di smarrimento o dimenticanza di questi elementi, non potrà aiutare l’utente nel ricaricare delle chat crittografate sulla nuvola. 

Al momento, sottolineano gli esperti, per avvalersi dei backup crittografati su WhatsApp, si può ricorrere al percorso in-app Impostazioni> Chat> Backup chat> Backup crittografato end-to-end. Nel caso la funzione non apparisse, e quindi non si avesse ricevuto la relativa attivazione alla stessa da server remoto, occorrerà attendere un futuro aggiornamento. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Finalmente: ricordo ancora Luglio quando son letteralmente impazzito con questa funzione che davvero presentava troppe acerbità, palesando come fosse stata introdotta in modo troppo immaturo. Ora, come già osservato in altre circostante, è d'uopo sperare che non vi siano di nuovo ripensamenti e che la funzione venga rilasciata quanto prima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!