Iscriviti

WhatsApp contro le fake news: si potrà inoltrare un messaggio a massimo con 5 contatti

WhatsApp sta limitando il numero di contatti a cui può essere inoltrato un determinato messaggio. Si può inviare fino a 5 persone, contro il limite dei 20 attuali.

Software e App
Pubblicato il 21 gennaio 2019, alle ore 16:57

Mi piace
4
0
WhatsApp contro le fake news: si potrà inoltrare un messaggio a massimo con 5 contatti

WhatsApp, l’azienda di proprietà di Facebook, aveva già introdotto la stessa politica in India sei mesi fa. La decisione di limitare il numero di contatti a cui è possibile inoltrare i messaggi è stata presa dopo che un numero di linciaggi di massa attribuiti a rapporti falsi sono stati diffusi tramite il social network in verde. Il limite, che a breve verrà introdotto, è di 5 contatti massimo a cui si può inoltrare.

Fino ad ora, gli utenti potevano inoltrare messaggi fino a 20 contatti alla volta. L’aggiornamento delle regole dell’app è stato annunciato in un evento a Giacarta, in Indonesia. L’azienda ha dichiarato alla BBC di aver preso la sua decisione dopo aver attentamente valutato i risultati del suo test semestrale nel paese. “Il limite imposto ha ridotto significativamente i messaggi inoltrati in tutto il mondo“, ha aggiunto una portavoce. “Questo aiuterà a mantenere WhatsApp incentrato sulla messaggistica privata con contatti stretti. Continueremo ad ascoltare i feedback degli utenti sulla loro esperienza e, nel tempo, a cercare nuovi modi per affrontare il contenuto virale.”

Whatsapp e il limite di messaggi inoltrati

È possibile far iscrivere fino a 256 utenti in un gruppo WhatsApp. Quindi, teoricamente, se ogni singolo utente inoltrasse il messaggio, il numero di persone raggiunte sarebbe di solo 1.280 anziché 5.120 persone, come poteva succedere in precedenza.

Tuttavia, non vi è nulla che impedisca a coloro che si trovano sul lato ricevente di inoltrare il messaggio fino a cinque volte. La restrizione arriva in un momento in cui WhatsApp e gli altri servizi di Facebook sono sotto esame per il loro ruolo nella diffusione della propaganda e di altre falsità online.

La scorsa settimana, Facebook ha annunciato di aver rimosso 500 pagine e account presumibilmente coinvolti nella vendita di notizie false in Europa centrale, Ucraina e altre nazioni dell’Europa orientale. Inoltre, ha recentemente annunciato di aver utilizzato un servizio di controllo nel Regno Unito per segnalare i contenuti sulla sua piattaforma principale.

Tuttavia, l’uso della crittografia end-to-end da parte di WhatsApp significa che i suoi messaggi possono essere letti solo dai mittenti e dai destinatari, limitando la capacità dell’azienda di individuare false notizie. Alla fine dell’anno scorso, la stampa indiana ha riferito che il governo stava prendendo in considerazione una modifica della legge che costringerebbe Facebook a sorvegliare WhatsApp per contenuti “illeciti”. Ciò metterebbe in discussione il suo uso della crittografia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - I contenuti possono diventare anche con questo accorgimento virali, però, tagliare di un quinto il limite di condivisioni mi sembra un po' inutile: non esiste solo whatsapp. Esistono altri social e altri modi per inviare contenuti, anche illeciti, ad altri contatti, al fine di far fare il giro del mondo ad un determinato video o foto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!