Iscriviti

WhatsApp: arrivano in chat le Microsoft News, mentre l’autenticazione biometrica riappare nella beta per Android

Secondo quanto emerso da recenti analisi del suo codice applicativo, l'ultima beta (in ordine di tempo) di WhatsApp (per Android) celerebbe un'importante funzionalità in ottica privacy: nell'attesa di poterla provare pubblicamente, WhatsApp integra le notizie.

Software e App
Pubblicato il 28 marzo 2019, alle ore 00:52

Mi piace
6
0
WhatsApp: arrivano in chat le Microsoft News, mentre l’autenticazione biometrica riappare nella beta per Android

Nonostante gli appelli ad usare Telegram per la versatilità, e Signal per la sicurezza, è ancora WhatsApp l’applicazione leader per la messaggistica, tanto che Google, chiuso Allo, si appresta a virare sui messaggi RCS (Rich Communication Services, evoluzione degli SMS). Nel frattempo, però, Menlo Park non sta a guardare, e mette a segno due importanti novità a proposito del suo gioiello applicativo. 

WhatsApp, come molte applicazioni popolari, segue abitualmente due canali di sviluppo per le proprie novità: il più popolare per il pubblico è quello beta, con un’apposita versione dell’applicazione grazie alla quale gli utenti possono collaudare le novità in vista di un prossimo rilascio. Tuttavia, molto spesso è nel canale alpha – quello appannaggio dei programmatori di Menlo Park – che si celano le funzioni più intriganti: in esso, già avvistata (per Android) la modalità (poco) scura, è apparsa una nuova feature, questa volta in ambito sicurezza

I leaker di WABetaInfo, nell’analizzare la beta 2.19.82 di WhatsApp per Android, si sono accorti di come quest’ultima serbasse ben più del pur gradevole restyling della user interface, ora visualizzata a tutto schermo: nello specifico, ancora inaccessibile al pubblico, è emersa la funzione per impostare l’accesso all’applicazione dietro scansione dell’impronta digitale, proprio come disponibile da Febbraio sugli iPhone (i cui modelli più recenti possono avvalersi in tal senso anche del Face ID). 

Da quanto appare in base alle schermate condivise in rete dagli esperti di cui sopra, l’opzione (usa l’impronta per sbloccare) per innestare un tale meccanismo di sicurezza sarebbe collocata nelle impostazioni utente, tra quelle relative alla privacy, e permetterebbe anche di stabilire un lasso temporale (immediatamente, dopo 1/10/30 minuti) entro il quale dovrebbe partire la richiesta di scansione dell’impronta.

Una volta settato anche tale passaggio, nell’accedere a WhatsApp verrà chiesto di poggiare il dito sullo scanner biometrico e, nel caso di troppi tentativi andati a male, un messaggio d’allerta a schermo consiglierà all’utente di riprovare più tardi. 

Nel recente passato, Microsoft ha lanciato un servizio di notizie globali, Microsoft News, che in Italia si avvale di partner quali Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, Repubblica, Quattroruote, Huffington Post, etc: da oggi, è possibile fruire delle relative notizie anche dall’interno di WhatsApp: per farlo, basta registrare in rubrica il numero mobile dell’iniziativa, il 3711407378, e – all’interno di una conversazione in verde con lo stesso – inviare il messaggio (senza virgolette) “Sottoscrivi“, con la cessazione del flusso informativo che, viceversa, si otterrà inviando “Stop”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sinceramente, mi guardo bene dall'attivare la ricezione delle notizie tramite bot in WhatsApp: ho già avuto modo di fare qualcosa di simile su Telegram, col risultato di trasformare quell'app in una Babele indicibile. Certamente più utile, in ottica privacy, si rivelerà la funzione per proteggere l'accesso all'app tramite un sistema biometrico, tipo la scansione dell'impronta e, dunque, speriamo che tale feature arrivi in pianta stabile entro questa primavera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!