Iscriviti

Twitter torna al cronologico, YouTube blocca le sfide pericolose, Instagram "sposa" i nuovi iPhone

Giornata di grandi novità emerse per quasi tutte le principali applicazioni social del momento. Se Instagram lavora di fino ad alcune funzionalità, Twitter torna al suo passato cronologico, e YouTube - oltre ai test - pone un freno alle sfide più pericolose.

Software e App
Pubblicato il 16 gennaio 2019, alle ore 12:45

Mi piace
12
0
Twitter torna al cronologico, YouTube blocca le sfide pericolose, Instagram "sposa" i nuovi iPhone

Giro di boa settimanale ricco di novità, questo, per alcune delle principali applicazioni social del momento, con Twitter che torna al passato, YouTube che migliora diverse funzionalità e le sue linee guida, ed Instagram che sposa il design dei nuovi iPhone XR e iPhone XS Max.

Twitter, qualche anno fa, passò alla visualizzazione dei tweet secondo il principio dei “top”, ovvero con un algoritmo che sceglieva cosa riteneva più popolare visualizzare nella Home in base alle passioni e agli interessi degli utenti. Le forti critiche successive portarono in qualche modo ad una retromarcia, col il ritorno dell’ordine cronologico – il mese scorso – nel client del canarino azzurro previsto per iOS. Ora, a quanto pare, tocca agli utenti di Android, tramite un’attivazione da server remoto in corso in queste ore: aprendo l’app, dopo qualche istante, in alto a destra appare una stella che, se tippata, porta ad un menu di scelta al cui interno uno switch permette di passare alla visualizzazione cronologica dei tweet. Al momento, l’espressione di tale preferenza non risulta permanente: alcuni utenti hanno segnalato che, tornati dopo un po’ nell’app, si ritrovavano la visualizzazione della TimeLine secondo l’ordine consueto. Inoltre, la modifica non è ancora attiva nella versione web, dove dovrebbe giungere nelle prossime ore.

YouTube permette il download dei video in 154 paesi del mondo, su un totale di 195, a volte senza richiedere alcunché, a volte dietro la sottoscrizione dell’abbonamento a YouTube Premium. A quanto pare, tale funzionalità è destinata ad evolversi nel breve tempo: l’utente malese @JazliAziz, infatti, ha confermato sulle pagine di AndroidPolice, l’arrivo – nella sua sezione Video Download di YouTube – della voce “download consigliati”, un qualcosa che concorrenti prestigiosi del calibro di Netflix annoverano già da tempo. Secondo quanto emerso, la feature non sarebbe presente in tutti i mercati e, quindi, si può ipotizzare un test in corso in alcuni contesti selezionati

Sempre su YouTube arriva una modifica delle FAQ, con la sezione “Dangerous challenges and pranks“. Quest’ultima, varata dopo il successo dell’ultimo film di Sandra Bullock, ed i relativi Bird Box Challenge, prevede che non siano più permessi scherzi o sfide dannose o pericolose per la salute fisica (es. dei video virali per l’ingerimento del detersivo Tide Pods) o emotiva delle persone (es. scherzi crudeli contro i bambini). Violando tali norme, il video caricato verrà cancellato, e si rischierà la chiusura del proprio canale, benché in ambedue i casi sia prevista la possibilità di fare ricorso in appello. 

Instagram, infine, ha rilasciato un aggiornamento per iOS nel quale arrivano in dote varie novità. Gli utenti, ora, grazie ad “amici più stretti” possono creare liste di amici selezionati con cui condividere i contenuti, ed hanno anche a disposizione nuovi testi alternativi personalizzabili da applicare sulle foto. In ogni chat, ricorrendo all’icona del microfono è possibile registrare e inviare al volo un messaggio audio e, soprattutto, la nuova interfaccia si adatta perfettamente ai display degli iPhone XR e iPhone XS Max

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Era ora che YouTube ponesse un freno alle sfide virali più idiote, varate solo per ottenere click e, magari, introiti pubblicitari. Speriamo che le sanzioni minacciate risultino un valido deterrente! Instagram, con i continui cambiamenti di design dei display attuali, sarà spesso costretta a cambiamenti e affinamenti nell'interfaccia: non vorrei essere nei panni dei suoi designer. Twitter, finalmente, torna al passato, seppur tramite l'offerta di un più pratico switch per l'ordine cronologico dei cinguettii.

Lascia un tuo commento
Commenti
Francesco Menna
Francesco Menna

16 gennaio 2019 - 22:15:46

"Vuole Instagram prendere l'iPhone come suo legittimo sposo?" "Si, lo voglio"

0
Rispondi