Iscriviti

Twitter: modalità iperscura in arrivo su Android, filtro qualità depennato, informazioni di contesto per tweet rimossi

Twitter, prestati i suoi dati per una ricerca scientifica, sta per introdurre il tema super scuro anche in Android, e per eliminare il filtro qualità, ritenuto inutile. In più, arriverà anche una misura volta a incrementare la trasparenza nella piattaforma.

Software e App
Pubblicato il 25 luglio 2019, alle ore 13:29

Mi piace
17
0
Twitter: modalità iperscura in arrivo su Android, filtro qualità depennato, informazioni di contesto per tweet rimossi

Twitter, di recente perfezionato con una nuova interfaccia per la variante web based, non si è certo fermato a tale novità, prospettando l’arrivo anche su Android della nuova modalità scura, annunciando la progressiva eliminazione dei filtri di qualità, senza dimenticare una maggior trasparenza in merito ai tweet indisponibili. Il tutto quando, sullo sfondo, emerge quanto tale piattaforma, nata nel lontano 2006, possa essere utile anche per progettare interventi che inducano a uno stile di vita più sano.

Di recente, la rivista scientifica BMJ Open Sport & Exercise Medicine ha pubblicato uno studio in cui si rendiconta di come, all’interno di un progetto scientifico, l’intelligenza artificiale abbia esaminato 1.382.284 cinguettii, pubblicati da 481.146 iscritti al microblog del canarino azzurro, residenti in vari Stati degli USA. 

Analizzando i tweet relativi a varie attività sportive (tra cui golf, corsa, camminata, nuoto, danza, yoga, etc), pur tenendo conto delle preferenze di genere per l’una o l’altra, o di eventuali discrepanze regionali, è emerso che gli utenti appartenenti a comunità definite a basso reddito faticano nell’avere accesso a quelle pratiche che consentono, o anche solo incoraggiano, uno stile di vita salutare. Ciò permetterà, secondo il direttore dello studio presso la Boston University, Elaine Nsoesie, di strutturare interventi calibrati in base alle specifiche esigenze, e capacità, delle varie comunità e target. 

Passando alle novità concretamente predisposte dal team del CEO Jack Dorsey, dal quartier generale di San Francisco, ad opera del vicepresidente della sezione ricerca e design, Dantley Davis, giunge la comunicazione tanto attesa a proposito della modalità iper scura: quest’ultima, denominata “Lights Out” (luci spente), dopo l’esordio su iOS nel Marzo scorso, si appresta ad arrivare (con notevole ritardo) anche su Android, dopo l’estate, a Settembre, più o meno nello stesso periodo in cui dovrebbe arrivare la versione stabile di Android Q che, come noto, introduce a livello sistemico la modalità scura. Lato web, invece, è bene ricordare che la medesima feature è già accessibile, dall’elenco di sinistra, come terza opzione nella sezione “Aspetto”.

Sempre Twitter ha annunciato, nelle stesse ore, d’aver iniziato a rimuovere dai vari profili l’opzione “filtro qualità”, introdotta nel 2016 per bonificare le notifiche degli utenti da avvisi relativi a contenuti di scarsa qualità (in quanto doppioni o afferenti a fonti cui erano stati associati, in passato, strani comportamenti). A quanto sembra, la motivazione di tal rimozione – ancora in corso d’opera – è da attribuirsi al fatto che l’utenza, nei suoi feedback, aveva etichettato la menzionata feature come confusionaria e, sostanzialmente, inutile.

Dal responsabile di prodotto di Twitter, Kayvon Beykpour (noto ai media di settore anche in qualità di co-fondatore di Periscope), infine, è giunta un’anticipazione su una mossa futura della piattaforma che, prossimamente, accluderà maggiori informazioni di contesto quando, nel corso di una conversazione, si riscontreranno avvisi recanti la dicitura “questo contenuto non è disponibile, con riferimento alla violazione di norme, al fatto che sia tratto da account privati, o che sia stato bloccato dall’owner della conversazione in base all’indicazione di alcune parole chiave vietate. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Oddio, non sono così sicuro che il filtro qualità fosse così inutile! Personalmente, l'ho sempre tenuto attivo, con gran beneficio: semmai andava migliorato e potenziato, perché qualche notifica di contenuti poco importanti arrivava lo stesso. Per il resto, è un bene il poter sapere perché non riusciamo a visualizzare certi contenuti (il semplice avviso era insufficiente), anche se, onestamente, non mi spiego come mai vi sia stato un tale ritardo pe l’arrivo di "Luci spente" anche su Android.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!