Iscriviti

Meta: novità ufficiali per Reels, Pride Month e WhatsApp (file da 2 GB)

La nota azienda di Menlo Park si è resa protagonista di diversi annunci, a tema Pride Month, Reels, senza però trascurare anche WhatsApp, per conto della quale è partito ufficialmente il roll-out per inviare documenti sino a 2 GB.

Software e App
Pubblicato il 3 giugno 2022, alle ore 11:38

Mi piace
2
0
Meta: novità ufficiali per Reels, Pride Month e WhatsApp (file da 2 GB)

Ascolta questo articolo

La parental company Meta, nelle scorse ore, ha lanciato diverse novità per le sue piattaforme e servizi, focalizzandosi sulla creatività (Reels), l’inclusività (Pride Month) e la comunicazione (WhatsApp). Ecco quanto emerso. 

La prima tornata di novità in quota Meta riguarda i Reels. Nello specifico, mutuando quanto sta facendo TikTok stessa da qualche tempo, si è deciso, dopo alcuni mesi di test, di offrire a tutti la possibilità di creare Reels da 90 secondi, aggiungendo altri 30 secondi al limite precedente. Sempre in favore dei Reels, si è deciso di conferire loro alcuni celebri adesivi che Meta, sempre su Instagram, usava già nelle Storie: si tratta degli adesivi per emoji, quiz, e sondaggi, che dovrebbero offrire ai creators nuovi modi per connettersi e coinvolgere il proprio pubblico. 

Lato audio, Meta ha fatto sapere d’aver previsto anche una nuova opzione che, direttamente nella fase di creazione di un Reel, permetterà all’utente di importare il proprio audio: come noto, i Reels sono presenti pure su Facebook, ove guadagnano la voce fuori campo che permetterà ai creators di commentarsi il video che stanno realizzando.

Onde consentire la creazione di Reels più professionali, arrivano altre due novità. La prima riguarda la “Sincronizzazione audio“, in ragione della quale sarà possibile, scelta una traccia musicale, sincronizzarvi in automatico la propria clip: in seconda battuta, arrivano i modelli/templates, grazie ai quali si potrà prendere spunto dalla struttura di una bobina appena vista nel realizzare la propria. Ciò avverrà, sotto una data bobina/Reel, con l’opzione Usa come modello, che andrà poi completata con i propri contenuti. 

Infine, per aiutare nella scoperta di nuovi Reels, Meta ha comunicato quanto segue. In particolare, sul social Facebook è partita l’implementazione globale dei Reels suggeriti nel Feed e in Watch: presso Instagram, i creators potranno boostare l’espansione del proprio pubblico suggerendo i propri Reels su Facebook.

La seconda tornata di novità riguarda il Pride Month. Innanzitutto, su Facebook, Instagram, e Messenger arrivano nuovi adesivi a tema realizzati da artisti LGBTQ+: su Messenger, si otterranno particolari effetti con le parole adoperando il tema Pride Chat. Nelle Storie, sia su Messenger che su Facebook si possono personalizzare a tema gli avatar e gli adesivi avatar: l’implementazione durerà tutto l’anno e si espanderà anche sul photo sharing di Instagram ov’è disponibile la funzione degli avatar di reazione. Grazie alla collaborazione con il musical (“grande, nero e queer“) “A Strange Loop“, vincitore del Tony Award, arriverà un’esperienza AR che, su Instagram, guiderà l’utente attraverso il processo di audizioni che si pratica a Broadway. 

In tema di VR, Meta ha annunciato novità a tema Pride Month nella programmazione virtuale mentre, nell’ambiente Horizon Worlds, arriveranno delle conversazioni con gli esponenti della comunità LGBTQ+. 

La terza novità comunicata ufficialmente riguarda WhatsApp. In questo caso, a distanza di circa un mese dall’annuncio, Meta ha reso noto di aver incominciato, gradualmente, a rimuovere il limite dei 100 MB dalla condivisione dei documenti, che ora sarà possibile spedire sino a 2 GB di peso. Secondo quanto emerso, la novità potrebbe arrivare a tutti via attivazione da server remoto: eventualmente, è sempre bene farsi trovare pronti installando le ultime release di WhatsApp che, su Android, reca il numero la 2.22.11.82 e, su iOS, il 22.11.75.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco: decisamente Meta non intende farci annoiare. I Reels hanno ricevuto una bella botta di novità: anche l'inclusività è stata attenzionata, con le iniziative per il Pride Month, che dimostrano quanto la piattaforma di Menlo Park sia al passo con i tempi. Sul piano della comunicazione, va detto che realtà rivali di WhatsApp da tempo offrono molte più possibilità in fatto di condivisione dei documenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!