Iscriviti

Instagram: ecco la feature che tutela la privacy intervenendo sulle app di terze parti

Dopo essere già intervenuta a favore della privacy degli utenti, rimuovendo una funzionalità non più di qualche giorno fa, Instagram torna "sul pezzo", con un maggiore controllo sui dati condivisi con le applicazioni di terze parti: ecco di cosa si tratta.

Software e App
Pubblicato il 16 ottobre 2019, alle ore 13:03

Mi piace
5
0
Instagram: ecco la feature che tutela la privacy intervenendo sulle app di terze parti

Di recente, Instagram ha rilasciato diversi aggiornamenti importanti, rimuovendo una funzionalità lesiva della privacy, il Segui già, e rilasciando per tutti la dark mode: in attesa che divenga realtà la prossima feature tanto attesa, ovvero la gestione dei messaggi da PC, la nota piattaforma di photo-sharing si è portata avanti, garantendo agli utenti un maggior controllo, più granulare e trasparente, sui propri dati.

Come Facebook, che viene utilizzato spesso per loggarsi su siti e servizi di terze parti, anche Instagram contempla opzioni simili, chiamate “Collegati a Instagram” o “Importa foto da Instagram“, che permettono di ottenere semplificazioni sulle condivisioni delle foto nel proprio account, o delle funzionalità aggiuntive (ad es. di analisi del proprio profilo): il prezzo da pagare per tutto ciò, come sovente accade, consiste nella concessione dell’accesso a dati personali quali le proprie foto, o la descrizione del profilo. 

Onde consentire un maggiore controllo a tal riguardo, Menlo Park ha comunicato l’arrivo, inizialmente su iOS, di una funzione ad hoc, che permetterà agli utenti di visionare l’elenco completo delle app e realtà di terze parti che abbiano avuto accesso all’account dell’utente, di modo da poterne disattivare quelle poco note o affidabili, quelle non più usate da tempo, o che si ritiene impattino troppo sulla pubblicità visualizzata nello stream personale.

Il ricorso alla nuova funzionalità, che – bene inteso – non cancella i dati i dati già in possesso dei soggetti defalcati, può essere attuato dalla sezione Sicurezza delle Impostazioni del proprio account: qui, comparirà la voce “App e siti Web” al cui interno saranno listati i servizi, i siti, e le app terze connesse al proprio profilo.

Nel contempo, in tandem con tale funzionalità, e sempre con lo stesso fine, Instagram ha ufficializzato una revisione della pagina iniziale delle autorizzazioni, che viene mostrata ogni qualvolta un’app richiede l’accesso all’account dell’utente con, ora, più dettagli sugli specifici dati a cui, con la propria autorizzazione, si concede l’accesso. Ad oggi, le novità in questione risultano essere già in roll-out, con l’ultimazione del processo che, però, avverrà gradualmente, arrivando a compimento nei prossimi 6 mesi. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non vedo l'ora che tale funzione arrivi anche su Instagram: su Facebook, ma anche su Google, me ne avvalgo spesso per fare delle regolari scremature delle app a cui ho concesso l'accesso ai miei dati, per questo o quel motivo. Non dubito, quindi, che si tratterà di una feature molto utile anche su Instagram, spesso usata non solo per passione personale, ma addirittura per lavoro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!