Iscriviti

Instagram: bestnine 2019, app Windows 10, marketing brand, filtro Pokémon

In vista del Capodanno, Instagram si appresta a popolarsi di contenuti "bestnine" che, per qualche ora, ruberanno il palcoscenico al nuovo filtro in stile Pokémon, all'arrivo della nuova app per Windows 10, e ai "nuovi" strumenti per il marketing dei brand.

Software e App
Pubblicato il 31 dicembre 2019, alle ore 09:37

Mi piace
7
0
Instagram: bestnine 2019, app Windows 10, marketing brand, filtro Pokémon

Anche Instagram, come Spotify, si appresta a concludere il vecchio anno (per altro omaggiato indirettamente mediante i canonici “bestnine”) con una serie di novità suscettibili di impattare non poco sul prossimo 2020, in ambito pubblicitario, all’insegna di una maggior diffusione della piattaforma, con sempre nuovi filtri.

Facebook da tempo (2018) ha predisposto il pacchetto di strumenti noto come “Brand Collabs Manager” che permette ai brand di collaborare con gli influencer i cui target siano più affini con la propria abituale clientela: ora, tenendo conto che – secondo PricewaterhouseCoopers – entro il 2020 il marketing gestito dagli influencer potrebbe toccare i 10 miliardi di dollari come valore complessivo, raggiungendo i 15 miliardi nei due anni successivi, Menlo Park ha deciso di testare l’estensione del menzionato assortimento di tool anche su Instagram, coinvolgendo un ristretto numero di creators statunitensi. 

Più sul concreto, per l’utenza mainstream di Instagram, è la novità successiva, relativa alla presenza della nuova app della piattaforma nello store di Windows 10. Qui, dopo esser giunta nel 2016 come mero porting dell’equivalente iossiano, l’app di Instagram destinata ai computer redmondiani era rimasta “al palo” dal 2018 ma, nei giorni scorsi, è stata aggiornata, trasformandosi in una progressive web app (PWA), all’insegna di un mix tra l’app vera e propria e quanto è possibile fruire da browser web, senza – però – disporre del supporto agli account multipli e, tra le altre lacune, della possibilità di inviare post e Storie (quindi, solo in modalità fruizione).

In ambito intrattenimento, invece, va ascritto l’affermarsi di un nuovo filtro, piuttosto simile a quello che permette di scoprire a quale animali si somigli: in questo caso, la nuova personalizzazione grafica, applicabile ricorrendo alla fotocamera in-app di Instagram, consente di appurare a quale Pokémon si somigli, dopo una (finta) scansione del proprio volto. Per far ricorso al filtro in oggetto, è sufficiente dirigersi sul profilo del relativo ideatore, @hughesp1, e procedere a testarlo, per poi decidere – eventualmente – di scaricarlo nel proprio elenco filtri, onde averlo sempre a disposizione.

Infine, il best of 2019. Pur avendo da poco introdotto un sistema di griglie per le Storie, che permette di includere più immagini in una sola Storia, Instagram non dispone di uno strumento che permette di generare un post, in formato 3×3, con i contributi che più hanno avuto successo nel nostro 2019. Pertanto, onde ottenerne uno, è necessario rivolgersi a siti di terze parti, come Bestnine.net, che non richiede registrazione alcuna, ma necessita del solo nome dell’account, e TopNine.co (disponibile anche come app per Android/iOS), che assolve allo stesso scopo, richiedendo la mail a cui spedire, a lavoro ultimato, il mosaico in stile “bestnine”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ed anche alla tentazione del Bestnine e del filtro per i Pokémon è stato difficile (se non impossibile) resistere, avendoli trovati simpatici da mettere in pratica (più e più volte): un po' deludente, invece, si è rivelata essere l'app di Instagram per Windows 10, troppo castrata rispetto all'equivalente per Android e iOS. Controverso, invece, è l'arrivo su Instagram degli strumenti che, passando per gli influencer, permetteranno un marketing più mirato, forse a detrimento di contenuti più spontanei e meno "pompati".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!