Iscriviti

Instagram annuncia nuove misure per proteggere gli utenti dagli abusi

Con una nota ufficiale firmata dal CEO Adam Mosseri, Instagram ha ufficializzato il roll-out in divenire, globale, di una serie di misure funzionali volte a incrementare la sicurezza degli utenti, in maniera proattiva, prima che possano sperimentare un abuso.

Software e App
Pubblicato il 11 agosto 2021, alle ore 12:50

Mi piace
2
0
Instagram annuncia nuove misure per proteggere gli utenti dagli abusi

Sempre attiva nel proteggere i propri utenti, oltre che a sviluppare le sue funzioni principali, tra cui le Storie e i ReelsInstagram ha appena annunciato pubblicamente, tramite la sua press-room about.instagram, con un post ufficiale del suo CEO Adam Mosseri, una serie di iniziative volte a garantire che “tutti possano sentirsi al sicuro” sulla piattaforma, anche prima di sperimentare un eventuale abuso. 

La prima novità consta nella funzione “Limiti” (Limits) che, posizionata tra le impostazioni, nella sezione Privacy, a scavalcare la categoria dedicata ai Commenti, è stata concepita dopo un round di consultazioni con personaggi pubblici, e creativi che – dopo un evento o un particolare post condiviso – devono affrontare ondate di richieste di messaggio, o di commenti, non sempre e non tutti positivi. In questo caso, ricorrendo a Limiti è possibile, nei “picchi di maggior attenzione“, limitare proprio questi due settori, celando automaticamente (finché lo si desidera) le richieste DM o i commenti che dovessero provenire da chi non si conosce affatto, o da chi ci segue, ma da poco tempo.

Come noto, Instagram ha già una funzione, però attiva solo in alcuni paesi, nota come “Hidden Words”, Parole nascoste, che permette di nascondere in un’apposita cartella, invisibile al destinatario a meno che non lo voglia, quei commenti, quei messaggi, o anche quelle emoji che possano risultare potenzialmente offensive

L’annuncio pubblicato in quota Instagram precisa non solo che tale funzione, entro fine mese, sarà messa a disposizione di tutti gli utenti, cioè globalmente (a quel punto, per beneficiare della novità, sarà sufficiente procedere alle impostazioni della relativa opzione, nelle impostazioni sulla privacy, settando se nascondere – e per quanto tempo – i commenti solo dei nuovi follower, di coloro che non ci seguono, o di ambedue le fattispecie), ma anche che è stato esteso ( e che verrà fatto ulteriormente) il parquet di emoji, parole e hashtag che innescano il filtraggio automatico dei commenti. 

Infine, è stato annunciato il rafforzamento di quegli avvisi che compaiono allorché si sta postando un commento che potrebbe risultare offensivo, forte dei dati secondo cui, solo la scorsa settimana, Instagram ha mostrato mediamente 1 milione di questi avvisi al giorno, con gli utenti che, nella metà dei casi, li hanno cassati o modificati in meglio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Al momento, non ho ancora notato queste funzioni sul mio account anche se è vero che l'annuncio è avvenuto alla fine dello scorso giorno: trattandosi di roll-out globali, ci potrà volere del tempo, ore, giorni, settimane, perché il tutto venga messo a regime. L'importante, ovviamente, è che il tutto avvenga senza eccessivi ritardi, visti i casi di hate speech sempre più diffusi su Instagram, e non solo ai danni di persone famose.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!