Iscriviti

Google Foto: nuovi editor, menu di condivisione, partnership con Canon

Messa a regime una collaborazione con Canon, Google Foto, che potrebbe ereditare un nuovo abbonamento per la stampa delle foto, ha rilasciato un editor video su iOS e, su Android, un editor foto e un nuovo menu di condivisione.

Software e App
Pubblicato il 9 ottobre 2020, alle ore 09:36

Mi piace
7
0
Google Foto: nuovi editor, menu di condivisione, partnership con Canon

Assieme a Gmail, Google Foto è uno dei servizi di Mountain View più apprezzati dall’utenza, che è solita servirsi dello stesso per gestire le foto ed i video sui propri device Android (e non): il merito di tale consenso va alla completezza di Google Foto che, non a caso, nelle scorse ore, è andato ad arricchirsi con nuove ed ulteriori funzionalità.

Su alcuni modelli (anche di 3 anni fa) di Reflex smart del noto brand Canon, è arrivata la possibilità (se in possesso dell’abbonamento a Google One) di effettuare il backup diretto – passando per il WiFi – dei propri scatti, in qualità originale, sul cloud del servizio googleiano, in modo che non si debba più fare ricorso alla lettura della schedina SD.

Su iOS, Google Foto ha guadagnato un nuovo editor video che, oltre a consentire l’estrazione dei frame, ora permette anche di applicare dei filtri (es. Auto), di intervenire manualmente su alcuni parametri (saturazione, contrasto, esposizione), e di ritagliare delle clip (in formato quadrato o nei rettangolari 3:2, 4:3, e 16:9). Su Android, in ogni caso, Google Foto eredita maggiori migliorie, partendo da un nuovo menu di condivisione, che propone un più rapido accesso alle app di proprio interesse, al posto del precedente carosello da scrollare ad infinitum.

Sempre su Google Foto per Android sembra avvicinarsi al varo, dopo gli avvistamenti di Febbraio, il servizio di stampa “Premium print series” che, in sostanza, affida al servizio di Google la scelta di 10 foto, che verranno stampate in formato 10 x 15 cm, con l’utente che potrà intervenire per modificare la selezione, la scelta della carta (opaca o lucida), la distanza dei bordi, e per includervi una breve didascalia testuale in stile cartolina. Tale servizio, in abbonamento, dovrebbe costare 6.99 dollari mensili, riservando all’utente la facoltà di saltare una mensilità e di interrompere in qualsiasi momento l’abbonamento in questione. 

Tra gli aggiornamenti di Google Foto giunti agli utenti di Android, quello principale risulta essere, dulcis in fundo, quello del nuovo editor fotografico, già scovato a fine Agosto dalla leaker Jane Manchun Wong: nello specifico, il nuovo tool di editing permette, grazie al machine learning che esamina la foto da trattare, di offrire dei suggerimenti intelligenti (ad ora sono presenti solo “Color Pop” e “Migliora”), anche se è fatta salva la possibilità di intervenire manualmente spostando un selettore in basso, in relazione ai parametri della sfocatura, del contrasto e della luminosità. Da segnalare che i possessori dei nuovi smartphone Pixel, a tali novità, possono aggiungere anche l’innovativo strumento Portrait Light che, tanto sulle foto Ritratto quanto su quelle normali, applica effetti da studio fotografico, lavorando su luminosità, ombre, e sulla posizione delle luci.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I nuovi editor video e foto del servizio G Photo sono sempre più completi e non v'è dubbio che la direzione sia quella di includervi continuamente nuovi strumenti per ovviare al ricorso di soluzioni di terze parti: interessante l'idea del servizio in abbonamento per la stampa, sebbene oggi siano davvero in pochi coloro che amano ancora eternizzare i propri scatti tramite un supporto fisico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!