Iscriviti

Gmail: in roll-out i filtri per la ricerca e, su iOS, il supporto alle scorciatoie di Siri

Da Mountain View è partito un nuovo round di aggiornamenti destinati, questa volta, al proprio servizio di posta elettronica noto come Gmail che, di conseguenza, va ad acquisire pratici filtri di ricerca sul web e il supporto alle scorciatoie di Siri su iOS.

Software e App
Pubblicato il 20 febbraio 2020, alle ore 12:09

Mi piace
11
0
Gmail: in roll-out i filtri per la ricerca e, su iOS, il supporto alle scorciatoie di Siri

Il più popolare servizio di posta elettronica al mondo, Gmail, utilizzato da milioni di persone ormai da diversi anni, ha ricominciato – da qualche tempo – a viaggiare sui binari del rinnovamento, accludendo sempre nuove funzionalità, alle quali se ne aggiungono ora sia a favore della versione web based per Desktop, che di quella mobile per iOS.

Messa ormai a regime la funzione che consente di inviare come allegati interi pacchetti di mail, senza doverle inoltrare singolarmente, Gmail per il web, accessibile da un comune browser, torna ad aggiornarsi, mettendo in campo una novità che agevolerà la vita di quanti, usando con grande intensità e costanza questo servizio di posta elettronica, potrebbero – in condizioni normali – far fatica nel trovare esattamente quello che cercano.

Invero, Google già supporta, nella ricerca delle missive digitali, l’impiego di particolari stringhe, che permettono di “interrogare” la propria casella di posta onde ottenere, come risposta, una precisa mail ricercata: tuttavia, proprio per semplificare quest’approccio, in un passaggio che ricorda la transizione tra i comandi scritti del DOS e l’ambiente visuale di Windows, Mountain View ha implementato i “search chips“, ovvero i filtri di ricerca, utilizzabili singolarmente o in sinergia tra loro.

Grazie a tale novità, in roll-out dal 19 Febbraio, partendo dagli utenti della G-Suite, ma in rilascio a tutti entro le prossime due settimane, l’utente potrà individuare una data email precisando, ad esempio, il nome del mittente, e riducendo i risultati tramite i filtri del range temporale, della presenza o meno di determinate parole, dell’acclusione o meno di allegati, del peso stimato (in MB) della missiva, etc.

Infine, anche Gmail per iPhone/iPad torna ad aggiornarsi, dopo il supporto al File picker ufficiale di iOS, con la release 6.0.200126 che, nello specifico, inizia a supportare le Siri Shortcuts (scorciatoie) introdotte con iOS 12: per ora, l’implementazione consente il solo invio di una mail appellandosi ai comandi vocali verso Siri. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nonostante sia partita da poche ore, la campagna di attivazione da server remoto dei filtri di ricerca in Gmail for Web è già molto avanzata, e funzionante: nel collaudarla, l'ho trovata molto funzionale e utile, visto che mi eviterà di dover compilare certe stringhe che, a memoria, non è sempre facile ricordarsi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!