Iscriviti

Festival di Sanremo: ecco le iniziative di Instagram, Spotify e Amazon Music

A poche ore dal gong che vedrà esibirsi i 32 artisti selezionati per la 70a edizione del Festival di Sanremo, emergono le iniziative messe in campo dai principali player multimediali via app (e non solo), rappresentati da Instagram, Spotify, e Amazon Music.

Software e App
Pubblicato il 4 febbraio 2020, alle ore 17:03

Mi piace
8
0
Festival di Sanremo: ecco le iniziative di Instagram, Spotify e Amazon Music

Tra qualche ora partirà ufficialmente, su Rai 1 la 70a edizione del Festival di Sanremo e, per l’occasione, diverse piattaforme mobili per l’intrattenimento multimediale si sono organizzate con iniziative ad hoc, come nel caso di un filtro per Instagram, di una playlist su Spotify/Amazon Music/YouTube, e di una particolare promozione da parte di Amazon Music.

Su Instagram, la nota photo sharing app di Facebook Inc, è stato rilasciato, da qualche giorno, un filtro, messo a disposizione dalla Rai per festeggiare i 70 anni di storia dell’importante kermesse canore italiana: nello specifico, si tratta di un filtro AR di tipo Head Quiz che, cioè, una volta avviato, farà comparire – in un apposito cartellone posto sul capo dell’utente – un contenuto casuale, in questo frangente rappresentato da una canzone che ha fatto la storia del Festival. Per sfruttare la novità, per altro condita da uno sfondo floreale in movimento e, al momento dell’esibizione, da una salva di applausi, basta portarsi sul profilo “Saremo Rai” (@sanremorai) e, quivi giunti, tippare sull’icona intermedia dello smiley con due segni d’addizione perché appaia il filtro “Canta Sanremo“.

L’utente, giunto a questo step, potrà salvare il filtro nel proprio bouquet d effetti, per usarlo in un secondo momento, o testarlo all’istante (Prova): optando per la seconda scelta, si aprirà la fotocamera in-app di Instagram, e non resterà che tener premuto per qualche istante il pulsante centrale per far partire il carosello di selezione della canzone che, alla fine, individuata casualmente, richiederà che l’utente si esibisca davanti a un microfono, per un’applaudita esibizione che potrà essere condivisa nel canale delle Storie, con gli amici più stretti, o inviata tramite i Direct Messages. 

Dopo la prima esibizione sul palco del Teatro Ariston di San Remo, su Spotify, YouTube e Amazon Music sarà possibile ascoltare la playlist ufficiale di tutti gli artisti in gara, 32, comprensivi dei 24 big e delle 8 “nuove proposte” (già online) sbarcate dallo spin-off Sanremo Giovani, in modo da poter tornare su un particolare brano, o valutare l’insieme dei pezzi in vista della scelta finale. La medesima playlist (open.spotify.com/playlist/37i9dQZF1DWVQfeA9N7Q0g), eloquentemente battezzata “Sanremo 2020“, verrà poi caricata anche nei canali ufficiali degli artisti che, in più, ovviamente, potranno caricare, laddove possibile, il video associato al proprio brano.

Nonostante sia Apple Music a dominare nel segmento delle app per il music streaming, con 60 milioni di abbonati, l’alterego Amazon Music di Jeff Bezos insegue da vicino, avendo ottenuto 55 milioni di utenti paganti, anche grazie a particolari formule d’abbonamento in grado di accontentare tutti i gusti e tutte le facoltà di spesa. Proprio da tale piattaforma arriva (sino al 16 Febbraio) la promozione (amzn.to/38YPjpt), intitolata “PROMO SANREMO 2020“, che permette di beneficiare, in modo gratuito e per 70 giorni (a patto di essere maggiorenni e di non aver mai sfruttato il periodo di prova di un mese), della formula “Amazon Music Unlimited” che, come noto, dà diritto ad ascoltare diverse playlist e oltre 50 milioni di brani musicali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'occasione di poter sfruttare un periodo gratuito di oltre due mesi per Amazon Music Unlimited è davvero ghiotta e credo che finirò con l'avvalermene anche io: in fondo, ci si può disiscrivere in qualsiasi momento. Per il resto, trovo molto utile il poter disporre della playlist ufficiale della kermesse canore, visto che è sempre mia abitudine andarmi a cercare i singoli pezzi per riascoltarli, e farmene un'idea più ponderata. Il filtro AR messo a disposizione dalla Rai è decisamente divertente, molto simpatico e ben fatto: quindi, da provare!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!