Iscriviti

Attenzione al carattere indiano che manda in crash i sistemi e device Apple

Nelle scorse ore è emersa l'esistenza di un nuovo bug che affiggerebbe tutti i sistemi operativi Apple, e che porterebbe al crash di diverse app ed al blocco del sistema: in attesa del fix in preparazione dalle parti di Cupertino, ecco una soluzione "tampone".

Software e App
Pubblicato il 16 febbraio 2018, alle ore 11:13

Mi piace
10
0
Attenzione al carattere indiano che manda in crash i sistemi e device Apple

I sistemi operativi della mela morsicata, anche in virtù della loro natura “chiusa”, sono decisamente molto stabili e sicuri, ma non esenti da difetti. Nel 2015, infatti, emerse un bug a causa del quale una stringa di caratteri mandava in crash iOS e, quasi un anno dopo – era il 2016 – a mandare in panico iOS 9.3, oltre a WhatsApp, fu la semplice condivisione di un link (come anche il mese scorso): qualcosa del genere sta accadendo anche in queste ore, a causa di un carattere del dialetto indiano “telugu”, capace di cagionare problemi sia alle app che lo visualizzano, che all’intero device.

Nello specifico, tale bug segnalato ben 3 giorni fa, prevede che – ricevendo un messaggio che contenga il carattere in questione – le principali applicazioni di messaggistica e posta, tra cui Messenger, Outlook, WhatsApp, e Twitter, si chiudano resistendo a qualsiasi tentativo di riavvio (fatta eccezione, a quanto pare, per Skype e Telegram). Il problema, inoltre, è ancora più serio visto che il bug agirebbe sin dalla visualizzazione del carattere nelle notifiche, impattando sulla Springboard, ovvero sull’app che gestisce l’intera interfaccia del sistema operativo: in conseguenza di ciò, vi sarebbe il freeze dell’intero sistema con conseguente necessità di un reset.

Inoltre, oltre a iOS, sarebbero affetti dal bug del carattere indiano parte del dialetto “telugu” anche WatchOS, il sistema operativo degli smartwatch Apple, tvOS, e macOS (con riferimento alle applicazioni Note e Safari, soggette a chiusura immediata, ed alla suite Adobe, portata al crash).

Apple ha comunicato a iMore e The Verge di essere al corrente del problema che, tuttavia, non affliggerebbe la beta pubblica di iOS 11.3 (prelevabile da beta.apple.com) o le versioni di iOS in test presso gli sviluppatori. Tutti gli altri utenti, quindi, dovranno attendere il rilascio di un fix, tipo iOS 11.2.x, che arriverà prima della primavera, quando è preventivato il rilascio della versione definitiva di iOS 11.3.

Nel frattempo, una soluzione “tampone” a tale inconveniente consiste nel farsi mandare, nell’app in crash, del testo generico, in modo da far andare in secondo piano il messaggio dannoso: a questo punto, tippando la notifica del nuovo arrivato, visualizzando la cronologia delle conversazioni, si dovrà procedere alla cancellazione di quella che contiene il problematico carattere. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non è la prima volta che accade qualcosa del genere: come citato in sede di articolo, ricordo almeno un paio paio di casi simili. Niente di male: il software perfetto non esiste, basta ricordarselo al momento di patteggiare per questa o quella parte dei sistemi operativi (fissi, e mobili). Nel caso in questione, spero che Apple rilasci presto il fix perché, da quanto leggo, la pubblicazione del carattere incriminato sta dando il là a diversi scherzi di pessimo gusto, con vari utenti costretti a portare i propri prodotti in assistenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!