Iscriviti

Salvini minaccia di lasciare il governo. La risposta di Di Maio: "le tasse si abbassano lavorando e non con interviste"

Matteo Salvini minaccia di lasciare il governo se le tasse non si dovessero abbassare. Il leader del Movimento 5 Stelle risponde: "basta interviste, lavoriamo insieme".

Politica
Pubblicato il 22 giugno 2019, alle ore 14:07

Mi piace
4
0
Salvini minaccia di lasciare il governo. La risposta di Di Maio: "le tasse si abbassano lavorando e non con interviste"

Io saluto e me ne vado“, così si è conclusa l’intervista che il leader della Lega Matteo Salvini ha rilasciato per il Corriere della Sera appena tornato dagli Stati Uniti, dove ha maturato la convinzione che l’Italia abbia bisogno di una riforma fiscale coraggiosa. Secondo Salvini, la riduzione delle tasse che tutti i politici vogliono fare, richiederebbe almeno 10 miliardi di euro, per poi affermare che se questi soldi non dovessero venire rilasciati in tempo per ridurre questo problema entro la fine del 2019, lui è anche disposto a lasciare il Governo.

Quelle di Matteo Salvini sono state parole dirette che hanno trovato presto risposta da parte del collega Luigi Di Maio, intervistato in questi ultimi giorni su Rai Radio 1, nella trasmissione “Un giorno da pecora”. 

Il leader del Movimento 5 Stelle rilascia parole molto forti verso il collega Salvini. “Sembra che la Lega stia all’opposizione e non al Governo“, inizia il suo discorso Di Maio, descrivendo le parole del collega Salvini nel voler dare sempre la colpa agli altri, senza trovare in prima persona una soluzione concreta ai problemi dell’Italia, per poi affermare che non è una novità che l’Europa faccia da ostacolo alle proposte fatte, ma che – non per questo – bisogna fermarsi alla prima difficoltà.

Di Maio commenta anche le parole di Matteo Salvini sul voler lasciare il governo in caso non gli venissero dati i soldi necessari per tagliare le tasse degli italiani. “L’abbattimento delle tasse“, afferma il leader del Movimento 5 Stelle, “richiede lavoro e non interviste“, conclude riferendosi alle molte parole rilasciate dal collega Salvini ai giornali.

Il lavoro di squadra

Di Maio, nel ribadire quanto sia ingiusto che il leader della Lega minacci di lasciare il Governo invece di lavorare ancora più duramente per risolvere gli ostacoli che impedirebbero l’abbassamento delle tasse, chiede che venga fatto lavoro di squadra. Al collega Salvini rivolge la richiesta di lavorare più seriamente ed insieme, mettendo da parte le interviste e le comparse televisive, e trasformando in fatti le parole dette.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Passano i giorni ed i mesi, ma le parole che entrambi i politici rilasciano sono sempre le stesse: dobbiamo lavorare insieme, è arrivato il momento di fare seriamente. Queste sono parole dette da loro, quindi penso che siano i primi a rendersi conto che fino ad ora non sia stato fatto un lavoro serio.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

22 giugno 2019 - 14:10:27

Riformando un governo con FI dubito che Salvini supererebbe il 20%: se coltiva st'idea, deve aver preso un colpo di sole :D

0
Rispondi