Iscriviti
Venezia

Renzi sui poveri dal motoscafo. Ex premier attaccato sui social

Matteo Renzi bombardato di critiche sui Social nel lancio della sua rubrica "60 Secondi". Parla di povertà, di reddito di cittadinanza e di pensioni su un motoscafo sul Canal Grande a Venezia.

Politica
Pubblicato il 20 gennaio 2019, alle ore 09:07

Mi piace
5
0
Renzi sui poveri dal motoscafo. Ex premier attaccato sui social

Matteo Renzi lancia sui Social la sua campagna “60 secondi” parlando di povertà e di reddito di cittadinanza. Ciò che non è piaciuto agli utenti è stata la location scelta. Per la sua campagna, infatti, Renzi ha usato un motoscafo sul Canal Grande a Venezia. 

Nei suoi “60 secondi” Renzi attacca il governo e l’approvazione della manovra economica. Esordisce dicendo: “Prendiamoli sul serio. Salvini e Di Maio, prendiamoli sul serio..” con un tono grintoso e irriducibile. Secondo l’ex premier, il governo gialloverde ora non ha più scuse; se il reddito di cittadinanza e quota cento sono la rivoluzione lo mostreranno i fatti. Inoltre, rivendica quanto di buono ha fatto con il suo governo, parla del PIL e di come, con il suo Governo, è tornato a crescere. Definisce la manovra economica un “autogol” in quanto “ci porterà alla recessione“.

Le reazioni

Dai commenti dei followers si può dedurre che il video non sia piaciuto e, specialmete per la location è stato letteralmente bombardato dai commenti negativi .

Un utente gli fa notare che il costo medio di un taxi a Venezia, per tratta, è di circa 100 – 150 euro “praticamente un sesto del reddito di cittadinanza“, ma c’è anche chi la “butta sul ridere” ringraziando Renzi della sua simpatia “Per fortuna non andrai più al governo…cmq grazie per le risate che ci fai fare“. Un altro commento è stato “Parlare di poveri da un motoscafo a Venezia equivale a parlare di castità da un bordello. Continua così lo 0% sarà il vostro prossimo record“.

Dal punto di vista della popolarità, Matteo Renzi, non sta vivendo un buon periodo. Mentre lui registrava il video su un motoscafo, Silvio Berlusconi era in Sardegna tra la gente, in un bar, a rilanciare la sua candidatura, Matteo Salvini era ad Afragola in un bagno di gente che lo esaltava e Luigi Di Maio in qualche pizzeria a parlare di Politica tra la gente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Pezzuto

Francesco Pezzuto - Matteo Renzi è l'uomo dei record, è riuscito a portare il suo partito al record massimo di voti ricevuti ed è riuscito a portare il suo partito al record minimo dei voti ricevuti. E' uno che, volenti o nolenti, ha fatto la storia del partito di sinistra. Molti si augurano che non torni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!