Iscriviti

Natale in zona rossa: secondo il DPCM cosa si può fare oggi? Spostamenti seconde case, pranzi con familiari e visite

Il nuovo DPCM decreta alcune deroghe per far visita a parenti ed amici. Ecco tutte le condizioni in cui è possibile scendere di casa e addirittura andare a pranzo dai parenti.

Politica
Pubblicato il 25 dicembre 2020, alle ore 17:31

Mi piace
6
0
Natale in zona rossa: secondo il DPCM cosa si può fare oggi? Spostamenti seconde case, pranzi con familiari e visite

Il nuovo DPCM ha creato non poco caos tra le persone. Di fatto, durante le festività natalizie, e nei giochi prefestivi, tutta l’Italia è in zona rossa. Ciò, in teoria, significherebbe che ognuno dovrebbe restare a casa propria. Tuttavia esistono delle deroghe che consentono comunque di far visita ai parenti, o comunque se in numero ristretto andarci addirittura a pranzo per Natale. 

Ormai siamo arrivati al fatidico 25 dicembre. È Natale, ma molti non sanno ancora come comportarsi e cosa è consentito fare e cosa no. Innanzitutto, tutti i giorni segnati in rosso da calendario dovranno essere trascorsi in famiglia, in cui la maggior parte dei casi proprio con il nucleo familiare con cui si ha residenza. Inoltre, resta fissato il coprifuoco per le ore 22.00. 

Natale in zona rossa: cosa è consentito fare? Si possono visitare i parenti?

È consentito uscire di casa per motivi di emergenza: lavoro, salute, urgenze varie. L’importante, però, è avere sempre con sé l’autocertificazione. Inoltre, se il nucleo familiare è composto da due persone massimo, o si ha un figlio o figlia con età inferiore ai 14 anni, si può far visita ai parenti. Possono andare a casa di parenti e amici anche le persone che vivono da sole o che non sono autosufficienti. 

Non si potrà prenotare il pranzo al ristorante o la colazione al bar. Le uniche cose consentite l’asporto fino alle ore 22.00 e la consegna a domicilio. La mascherina resta obbligatoria sia all’aperto che al chiuso. È possibile visitare i propri parenti, a patto di andarci solo una volta durante queste festività. Inoltre, alle 22.00 scatta il coprifuoco, dunque bisogna ritornare a casa entro quell’orario. 

I genitori separati, invece, potranno raggiungere i figli minorenni anche se abitano in comuni e regioni diverse, in quanto rientra nel caso della necessità. Possono uscire dalla regione coloro che abitano in comuni con meno di 5 mila abitanti, a patto, però, di non allontanarsi oltre i 30 chilometri dalla propria residenza. Per il pranzo di Natale si possono avere massimo 2 invitati a casa. Sarebbe consigliato tenere la mascherina quando non si è a tavola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Nonostante il DPCM serva a chiarire certe cose, Però di fatto, nessuno controlla realmente se a pranzo ci sono davvero solo 2 invitati. Anche tenere la mascherina in casa, però poi poterla abbassare a tavola è un po' una "presa in giro". A tavola si è anche più vicini, mentre di solito è più facile tenere la distanza se non si è a tavola.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!