Iscriviti

Matteo Salvini cita il porto di Madrid, ma la città non è bagnata dal mare

Matteo Salvini, durante una diretta su Facebook mentre parla della vicenda "Open Arms", ha citato il porto di Madrid, nonostante la città disti all'incirca 300 km dalle coste.

Politica
Pubblicato il 21 febbraio 2020, alle ore 08:48

Mi piace
5
0
Matteo Salvini cita il porto di Madrid, ma la città non è bagnata dal mare

Matteo Salvini, nei giorni scorsi, con una diretta su Facebook, ha parlato della vicenda Open Arms, l’organizzazione non governativa spagnola, il cui scopo è quello di condurre operazioni di ricerca e soccorso in mare. Il leader della Lega è indagato per sequestro di persona ed omissioni d’atti d’ufficio.

Il discorso di Matteo Salvini sul suo profilo ufficiale di Facebook viene però ricordato più per la sua gaffe geografica. L’ex ministro dell’Interno durante il governo “Conte I” ha citato il porto di Madrid, nonostante la capitale spagnola non sia bagnata dal mare.

La gaffe di Matteo Salvini

Parlando della Ong e riassumendo i fatti accaduti in quei giorni, Matteo Salvini ha commesso un errore in materia geografica“Dovrei essere processato, secondo qualcuno, perché una nave spagnola che ha raccolto immigrati in acque maltesi e ha chiesto un porto sicuro di sbarco in Spagna e a Malta e quindi non in Italia, l’Italia proprio non c’entrava niente… Nave spagnola, Ong spagnola, che ha raccolto immigrati in acque maltesi, poteva andare in Spagna o a Malta. La Spagna ha concesso il porto sicuro a Madrid. Il comandate di questa Ong spagnola ha detto ‘No’ alla Spagna ed è arrivato dritto in Italia”.

Ovviamente, il web si è immediatamente scatenato su questa gaffe di Matteo Salvini. In molti hanno ridisegnato la mappa geografica, facendo arrivare il mare fino a Madrid. Altri invece hanno gentilmente ricordato al leader della Lega che Madrid si trova a circa 300 chilometri dalle coste.

Ritornando al delicato caso dell’Ong, durante la scorsa estate l’associazione ha salvato 140 persone, chiedendo successivamente un porto sicuro per farli sbarcare. Sin da subito è arrivato il rifiuto di Malta, e successivamente quello dell’Italia, con Matteo Salvini che ha costretto i migranti a restare sull’imbarcazione. Solamente nella notte del 20 agosto, la procura di Agrigento ha autorizzato lo sbarco degli 83 migranti nel porto di Lampedusa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Ci può stare benissimo questo piccolo lapsus durante una diretta su Facebook, ma incredibilmente (e casualmente) sono cose che succedono solamente a Matteo Salvini. Ma, ad oggi, il leader della Lega ha ben altri problemi da risolvere, tra cui i numerosi capi d'accusa per la sua decisione discutibile assunta ad agosto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!