Iscriviti

Jim Carrey attacca Benito Mussolini su Twitter. La nipote Alessandra risponde: "Sei un bastardo"

L'attore Jim Carrey ha pubblicato sul suo profilo ufficiale di Twitter un suo disegno in cui si vede Benito Mussolini e la sua amata Claretta Petacci a Piazza Loreto. Arriva l'immediata risposta di Alessandra, la nipote.

Politica
Pubblicato il 1 aprile 2019, alle ore 09:05

Mi piace
8
0
Jim Carrey attacca Benito Mussolini su Twitter. La nipote Alessandra risponde: "Sei un bastardo"

Il pluripremiato Jim Carrey, conosciuto per essere protagonista in numerose pellicole come “Ace Ventura – L’acchiappanimali”, “Se mi lasci ti cancello” e “Una settimana da Dio”, negli ultimi anni si è dedicato al mondo dei fumetti pubblicando i suoi disegni satirici sul suo profilo Twitter; molti dei suoi disegni sono un attacco alla politica americana.

Il 30 marzo, l’attore ha pubblicato una vignetta in cui protagonisti sono Benito Mussolini e l’amante Clara Petacci a testa in giù a Piazza Loreto; qui, entrambi, contemporaneamente ad altri esponenti del Fascismo, sono stati issati per i piedi alla pensilina del distributore di carburante.

La lite tra Jim Carrey e Alessandra Mussolini

Nella didascalia della vignetta, l’attore americano, ha scritto: “Se ti stai domandando a cosa porti il fascismo, chiedi a Benito Mussolini e alla sua amante Claretta”. L’obiettivo, come per altri suoi disegni, sono una campagna contro il potere di Donald Trump in America.

La vignetta, però, è stata notata da Alessandra Mussolini, figlia di Anna Maria Scicolone e di Romano Mussolini, quarto figlio di Benito. L’opinionista e politica, senza nessun giro di parole, ha voluto lanciare un duro attacco nei confronti di Jim Carrey: “Sei un bastardo”.

Tra i commenti si legge anche quello di Evan O’Connell, dirigente del reparto comunicazione di Ernst & Young che contrattacca: “Credo che tu confonda Carrey con quell’assassino di tuo nonno”. Alessandra Mussolini risponde scrivendo: “O forse con qualcuno della tua famiglia”. Nella lunga discussione interviene anche Chef Rubio che dà dell’eroe a Jim Carrey.

A questo punto, la Mussolini, decide di non continuare a scrivere commenti sul post dell’attore ma di taggare, attraverso il suo profilo pubblico, lo stesso attore in numerose foto invitandolo a disegnare questi avvenimenti; tra queste, il fungo atomico, il genocidio indiano, fino alla segregazione razziale. Poi, invita il presidente Donald Trump a non preoccuparsi dei miseri disegni dell’attore

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Attacco più che giustificato da parte di Jim Carrey, poiché sono da anni che sul suo profilo Twitter pubblica foto sulla satira politica. Meno giustificato, invece, la reazione di Alessandra Mussolini, in cui ritengo ancora ridicolo difendere gli ideali del nonno, che hanno portato al massacro milioni di persone

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

02 aprile 2019 - 00:00:33

Ah ecco perché leggevo Carrey in trend su Twitter: pensavo avesse fatto un nuovo film.

0
Rispondi