Iscriviti

Il Senato approva la legge sulla legittima difesa

Nella giornata di ieri, 24 ottobre 2018, il Senato ha ufficialmente approvato la legge che rende legale la legittima difesa in casa propria. Ora la parola va alla Camera.

Politica
Pubblicato il 25 ottobre 2018, alle ore 13:33

Mi piace
5
0
Il Senato approva la legge sulla legittima difesa

Durante la giornata di ieri, mercoledì 24 ottobre 2018, il Senato ha votato riguardo la proposta di legge sulla legittima difesa, e con 195 voti favorevoli la legge è stata approvata. Sarà ora la Camera che dovrà esaminarla e decidere come proseguire. La cosa certa è che l’Italia è ad un passo più vicina al sogno della Lega sull’autodifesa a casa propria, che ha sempre considerato uno dei suoi punti più importanti in campagna elettorale.

Che cosa prevede questa legge? Se questo cambiamento dovesse essere approvato, chiunque si dovesse sentire minacciato o in pericolo presso la sua abitazione, può sparare in caso possegga un’arma denunciata legalmente, o difendersi contro il suo aggressore o ladro in questione. Ma non sono solamente queste le modifiche che il Governo ha deciso di apportare alle normative già esistenti.

La nuova legge sull’autodifesa

Sono stati 195 i voti a favore di questa modifica, 52 i contrari, ed un astenuto. A far storcere il naso in questa prima parte di legge, è la parola “sempre” presente nel decreto, poiché da quello che propongono con questa modifica dell’articolo 52 del codice penale, in futuro si sarebbe per l’appunto sempre giustificati nel difendersi. Qualsiasi siano i fatti avvenuti, il proprietario dell’abitazione potrà godere del dubbio della legittima difesa in un’aula di tribunale. Inoltre, con le nuove modifiche sarà possibile agire contro il malvivente anche prima che questo ci attacchi con un’arma, com’era invece fino ad oggi: basterà una minaccia perché il proprietario abbia il diritto di agire per difendersi o per proteggere gli averi che, a detta sua, sarebbero in pericolo.

È stata apportata anche una nuova modifica con 245 voti favorevoli, 4 contrari, e 3 astenuti, che parla delle conseguenze davanti alla legge di chi si autodifende. Se questa proposta dovesse diventare legge, si aprono anche le possibilità che non venga punito chi ha agito per difendere se stesso, le persone con lui, o gli averi che stavano per essere rubati.

Sono stati ben 80 gli emendamenti  proposti al Senato, e tra questi anche l‘inasprimento delle condanne per il furto in abitazione, scippo, rapina, violazione di domicilio, e riguardo il risarcimento che il ladro o l’individuo in questione dovrà fare alla persona derubata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Queste sono quelle leggi molto delicate che, se prese con molta testa e giudizio, renderebbero la vita di tutti quanti più sicura: purtroppo, però, a questo mondo esistono persone che non pensano e che nel conoscere queste modifiche di legge le userebbero per i propri scopi. Spero che questa nuova legge, se approvata anche dalla Camera, porti giustizia e sicurezza, e non altri morti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!