Iscriviti

I migranti di Mediterranea sbarcano a Lampedusa. Il capitano: "Alcuni agenti mi hanno ringraziato di nascosto"

Dopo essere arrivato a Lampedusa con il divieto di far sbarcare i 46 migranti presenti nel veliero Alex, è stato possibile portare in salvo le persone soccorse in mare il 4 luglio scorso. Il capitano di Mediterranea: "gli agenti erano con me".

Politica
Pubblicato il 8 luglio 2019, alle ore 08:29

Mi piace
5
0
I migranti di Mediterranea sbarcano a Lampedusa. Il capitano: "Alcuni agenti mi hanno ringraziato di nascosto"

Dopo la vicenda che ha interessato la Sea Watch 3 nell’ultimo periodo, a far discutere negli ultimi giorni è stata la nave Mediterranea, che il 4 luglio scorso ha soccorso 46 migranti al largo della Tunisia, per poi far rotta verso Lampedusa essendo il porto sicuro più vicino. Il botta e risposta tra il capitano del veliero Alex che ospitava i migranti, ed il ministro dell’Interno Matteo Salvini che ha vietato lo sbarco delle 46 persone a bordo, è durato meno del previsto.

Alex ha forzato il blocco posto con il divieto di raggiungere le acque italiane “a fronte di un’intollerabile situazione igienico-sanitaria a bordo“, ed è così arrivato a Lampedusa il 6 luglio scorso, per poi in queste ore ricevere il consenso di far sbarcare tutti i migranti presenti nel veliero.

A raccontare le giornate vissute insieme a queste 46 vite è stato lo stesso capitano di Alex, Tommaso Stella, che insieme all’intero equipaggio della nave non ha mai smesso di ringraziare le forze dell’ordine e la guardia costiera per il supporto che è stato dato.

Stella racconta di alcuni agenti delle forze dell’ordine che lo hanno ringraziato di nascosto, mentre altri si sono messi a piangere nel chiedere i documenti allo stesso capitano che aveva appena portato in salvo 46 vite dalle acque straniere. Lo stesso Tommaso Stella afferma che molti di questi agenti sarebbero rimasti volentieri sul veliero al suo fianco, a combattere come stava facendo lui, facendo così notare ai molti che il popolo italiano non è poi così unito contro l’immigrazione.

Il sequestro della nave

Dopo aver portato a termine lo sbarco dei 46 migranti che si trovava nel veliero Alex, l’imbarcazione è stata posta sotto sequestro dalla guardia di finanza, mentre il comandante che ha condotto le operazioni è ora indagato per favoreggiamento dell‘immigrazione clandestina.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - A volte ci dimentichiamo che stiamo parlando di persone che mettono a rischio la propria incolumità per salvare delle vite in mare. Abbiamo portato questa situazione su un piano politico e abbiamo perso di vista quello che sta accadendo per davvero, ovvero che ci sono delle vite umane in pericolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!