Iscriviti

Francesco Pigliaru nuovo governatore del centrosinistra in Sardegna

Nuova vittoria del centrosinistra in Sardegna, Pigliaru diventa governatore con uno stacco di tre punti percentuale sul centrodestra, e Renzi esulta. Questo è la dimostrazione che l'Italia vuole cambiare, non solo le vicende politiche ma anche i protagonisti

Politica
Pubblicato il 18 febbraio 2014, alle ore 14:47

Mi piace
0
0
Francesco Pigliaru nuovo governatore del centrosinistra in Sardegna

Vittoria del centrosinistra alle elezioni per il nuovo governatore, e con oltre il 42,4% dei voti Franceso Pigliaru è il nuovo governatore della Sardegna. La notizia è arrivata nello stesso giorno dell’accettazione di Renzi di formare il nuovo governo, ed entrambi sono molto incoraggiati e decisi a portare avanti le loro scelte. Renzi si è subito congratulato con Pigliaru, e quest’ultimo lo ha caldamente ringraziato per il sostegno che gli ha dato il neo premier durante la sua campagna elettorale.

Non sono mancati i segni di approvazione del nuovo governatore Pigliaru per la propaganda avviata dal partito di centrodestra, sostenuta da Berlusconi, che ha appoggiato l’ex governatore uscente Ugo Cappellacci, nonostante la sua breve candidatura. Anche Cappellacci ha voluto congratularsi con il vincitore, che risponde con un “Da domani subito al lavoro”, pronto a una sfida che ha come punto di partenza l’obiettivo della ripresa economica e uscita dalla crisi, puntando sulle risorse dell’isola, turismo e agroalimentare.

A chi gli chiede se se l’aspettava, risponde calmo e pacato che ci sperava ma non era convinto, perché il favorito era il rivale Ugo Cappellacci, e i sondaggi nei suoi confronti non erano affatto positivi. Ma da adesso tutto cambia con la vittoria di Pigliaru, che con il suo carattere tranquillo ma deciso, si avvia a dare una svolta alla politica della sua Regione, da sempre dilaniata da contrasti mafiosi e da cattiva politica. Il governatore Pigliaru, forte del sostegno del premier, asserisce che bisogna cominciare una nuova partita, con regole nuove e volte all’attenzione della società, che sta pagando pesantemente le decisioni italiane ed europee, con triste ripercussioni tra le famiglie e attività in genere.

E allora, buon lavoro, signor governatore, con l’augurio di potere trasformare la tua terra in una meravigliosa isola di prosperità e occasioni lavorative, tanto auspicate dai giovani sardi!

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!