Iscriviti

Enrico Letta presenta le dimissioni, domani incontro con Presidente della Repubblica

In serata si ha avuto la notizia delle dimissioni del Presidente del Consiglio Enrico Letta. Il motivo è dovuto alla decisione della Direzione nazionale del Partito Democratico. Domani la visita al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Politica
Pubblicato il 14 febbraio 2014, alle ore 10:46

Mi piace
0
0
Enrico Letta presenta le dimissioni, domani incontro con Presidente della Repubblica

La crisi di governo c’è, Matteo Renzi ha detto parole durissime contro il Presidente del Consiglio. Enrico Letta non si era presentato alla direzione del partito dando la possibilità di decidere in tutta serenità di prendere le giuste decisioni, quindi aveva aspettato a Palazzo Chigi.

Qualcuno aveva detto che questo era già un segnale delle future dimissioni. In realtà è Matteo Renzi che spinge fuori dal governo Enrico Letta il quale è stato costretto a dare le dimissioni e nella stessa giornata ha informato il Presidente della Repubblica. Il 14 febbraio andrà a portare le sue dimissioni direttamente a Giorgio Napolitano. La direzione nazionale del Partito Democratico ha votato con 136 si, contro i 16 contrari e i due astenuti. Enrico Letta si è arreso, intanto Matteo Renzi, soddisfatto dell’esito delle votazioni dice di iniziare una nuova pagina della politica italiana esprimendo queste testuali parole: ” Inizi a diventare grande solo quando smetti di fare solo le cose che ti piacciono. E’ arrivato il momento di dire che tipo di proposta vogliamo fare al Paese”. Poi aggiunge: “La riunione di oggi non è un processo al governo. si tratta invece di capire se siamo in grado di aprire una pagina nuova, per noi e per l’Italia. Ora non ci sono le condizioni per tornare alle urne perchè non c’è una legge elettorale in grado di garantire maggioranza e perchè il percorso delle riforme ancora  non è stato avviato”.

Secondo delle indiscrezioni, i due rivali avrebbero anche fatto dei tentativi di mediazione, Renzi aveva offerto a Letta, a patto che avesse fatto un passo in dietro,  il Ministero dell’Economia affinchè continuasse il suo lavoro già intrapreso in quel senso ma la risposta di Letta è stata: ” Non siamo al mercato”. Quindi… una partita che si è giocata all’interno del partito che coinvolgerà anche tutti i partiti ma soprattutto l’Italia.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!