Iscriviti

Elena Fattori: "Avrei voluto vedere anche Luigi Di Maio fuori da questo governo"

Sono arrivate le parole della senatrice del Movimento Cinque Stelle intervenuta a "Radio Cusano Campus" dove ha sottolineano che, come Zingaretti, avrebbe voluto vedere Di Maio fuori dal governo.

Politica
Pubblicato il 8 settembre 2019, alle ore 13:01

Mi piace
3
0
Elena Fattori: "Avrei voluto vedere anche Luigi Di Maio fuori da questo governo"

Sono arrivate le dichiarazioni di un’esponente del Movimento Cinque Stelle, corrispondente al nome di Elena Fattori, che è tornata a parlare dell’accordo con il Partito Democratico. La pentastellata ha voluto sottolineare che questo passaggio non è stato gestito solamente dall’attuale ministro per gli affari esteri, Luigi Di Maio.

La senatrice ha ricordato che lo stesso Beppe Grillo ha fatto un intervento importante per permettere la riuscita dell’accordo, facendo notare che Di Maio aveva delle perplessità rispetto a questa quadratura politica. La Fattori ha evidenziato che, in quattordici mesi di governo con la Lega, Luigi Di Maio si trovava bene, a differenza sua, parlando di un feeling molto particolare.

Il pensiero della senatrice del M5S

Queste dichiarazioni di Elena Fattori sono arrivate nel corso della trasmissione intitolataL’Italia s’è desta, su Radio Cusano Campus. Inoltre c’è stato un passaggio importante nel corso dell’intervista della senatrice, che ha ribadito quanto sia importante che un capo politico non abbia dei ruoli di governo, con un chiaro riferimento a Luigi Di Maio.

La Fattori ha sottolineato di aver gradito la scelta di Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico, di rimanere fuori da questo governo. Queste sono le parole della senatrice M5S rispetto al capo politico del movimento: “Avrei voluto vedere fuori anche Luigi Di Maio, non per questioni mie personali ma per questioni relative alla gestione del potere”.

Ha continuato dicendo che un capo politico deve dedicarsi in maniera particolare all’organizzazione del movimento, ricordando che i territori sono abbandonati a se stessi e non c’è chiarezza intorno a chi potersi rivolgere a livello regionale e nazionale.

La Fattori, senza giri di parole, ha ribadito che, al posto di Luigi Di Maio, non avrebbe accettato l’incarico come ministro degli Esteri, in quanto sono necessari requisiti come esperienza, legami internazionali e rapporti consolidati. La senatrice ha avuto un parere differente rispetto alla scelta di Nunzia Catalfo come ministro del Lavoro, considerata come “la più adatta” a ricoprire questo ruolo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Le dichiarazioni della senatrice Elena Fattori dimostrano che c'è una certa confusione all'interno del Movimento Cinque Stelle e che ci sono degli scontenti. Inoltre la Fattori ha fatto notare di non aver per nulla gradito la nomina di Luigi Di Maio come ministro degli Esteri. Un'altra scontenta è Elisabetta Trenta, che è rimasta delusa dalla mancata conferma del precedente incarico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!