Iscriviti

Dl Sostegni bis, bonus di 1.600 euro spetterà anche a chi ha il Reddito di Cittadinanza

L'indennità potrà essere erogata come importo integrativo del Reddito di Cittadinanza fino all'ammontare dovuto per la stessa indennità. A breve si attende la circolare dell'Inps che dovrebbe andare a confermare questa misura.

Politica
Pubblicato il 4 giugno 2021, alle ore 10:47

Mi piace
2
0
Dl Sostegni bis, bonus di 1.600 euro spetterà anche a chi ha il Reddito di Cittadinanza

Anche chi ha il Reddito di Cittadinanza potrebbe beneficiare del bonus di 1.600 euro che l’Inps si prepara ad elargire nei prossimi giorni. Si tratta di una misura contenuta nel Dl Sostegni bis, che riguarda i lavoratori del mondo dello spettacolo, gli stagionali, quelli intermittenti e lavoratori autonomi senza partita Iva iscritti alla Gestione Separata Inps con almeno un contributo mensile accreditato. Per ricevere il bonus i lavoratori dovranno aver perso il lavoro “involontariamente” nel periodo tra l’1 gennaio 2019 e l’entrata in vigore del dl Sostegni-bis.

Bisogna precisare che il Dl Sostegni bis è già in vigore e non fa riferimento al Reddito di Cittadinanza. Ci sarebbe però già la disposizione dell’Inps a favore dei cittadini che percepiscono il Rdc. Sarà adesso l’Istituto Prevenziale a confermare il tutto tramite una circolare, dopo di che comincerà l’erogazione dei pagamenti ai beneficiari. Nella misura del Dl Sostegni rientra anche il bonus di 2.400 euro, la cui domanda scadeva il 31 maggio. 

L’avviso dell’Inps

Proprio nell’area riservata agli utenti della piattaforma, l’Inps aveva già fatto sapere, in riferimento al bonus di 2.400 euro, che l’indennità può essere erogata “come importo integrativo del reddito di cittadinanza fino all’ammontare dovuto per la stessa indennità”. Ad esempio, se una persona riceve 600 euro per il Reddito di Cittadinanza, l’Insp accrediterà sul conto altre 1.000 euro

L’accredito non avverrà in due somme distinte, ma tutto in una volta. Dobbiamo ricordare che, al momento di presentazione della domanda, il beneficiario non deve avere un contratto di lavoro in corso e non essere neanche beneficiario della Naspi. Inoltre, se l’importo mensile del Reddito di Cittadinanza è superiore a 1.600 euro non sarà erogata nessuna indennità integrativa. 

Chi ha percepito già il bonus di 2.400 euro, inoltre, avrà il bonus 1.600 euro in automatico. Non ci sarà bisogno in questo caso di presentare un’ulteriore domanda. Insomma l’intervento del Governo è molto vasto e mirerà ad aiutare tutte quelle categorie di lavoratori che sono ancora in difficoltà a causa delle restrizioni anti pandemia, le quali hanno gravato su molti settori economici. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Sono misure importanti quelle varate dal Governo, che sta continuando ad aiutare tutti quei lavoratori che hanno perso il lavoro in questo anno e mezzo di pandemia. Speriamo che presto questi sostegni possano essere solo un lontano ricordo e che la gente possa continuare a lavorare. I sostegni dovrebbero comunque continuare nei confronti di tutte quelle persone che non riescono a trovare lavoro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!