Iscriviti

Covid, quarantena ridotta per chi ha ricevuto la terza dose. Bassetti: "A breve arriveremo a 100mila contagi al giorno"

Secondo le ultime indiscrezioni, si starebbe valutando l'idea di ridurre il periodo di quarantena per coloro che hanno ricevuto la terza dose del vaccino.

Politica
Pubblicato il 28 dicembre 2021, alle ore 10:52

Mi piace
2
0
Covid, quarantena ridotta per chi ha ricevuto la terza dose. Bassetti: "A breve arriveremo a 100mila contagi al giorno"

Per la giornata del 29 dicembre il Governo Draghi ha convocato un ulteriore Comitato Tecnico Scientifico (CTS) per discutere di possibili nuove normative dedicate al Covid-19. La variante Omicron, scoperta per la prima volta in Sudafrica, sta portando dei grossi danni anche in tutta Europa facendo salire vertiginosamente i contagi in molti paesi, tra cui proprio l’Italia.

Dopo aver superato i 50 mila contagi nei giorni scorsi, il bollettino del 27 dicembre svela che sono 30.810 i nuovi casi di coronavirus in Italia, mentre i decessi sono arrivati a 142. I tamponi totali (sia molecolari che quelli antigenici) sono stati 343.96, mentre il tasso di positività è arrivato all’8,9%.

Quarantena ridotta per i già vaccinati: l’ipotesi

Intanto gli scienzati stanno valutando la possibilità di modificare le regole sulla base dell’andamento della curva e dei tamponi effettuati fino alla giornata del 29 dicembre, data in cui è stato convocato il CTS. Si sta cercando di avere un buon numero di dati prima di valutare se, durante il Consiglio dei Ministri del 30, sia fattibile effettuare alcune modifiche o rimanere allo stato attuale.

Come riportato dal sito “Rai News” l’obbiettivo è quello di ridurre il periodo della quarantena per chi ha già ricevuto il booster (la terza dose): “Da fonti governative viene evidenziato come, qualora una persona abbia ricevuto la terza dose e venga a contatto con un positivo, debba restare in isolamento per alcuni giorni. La durata si sta valutando. Attualmente la quarantena per un vaccinato venuto in contatto con un positivo è di 7 giorni”.

Alcuni governatori di regione, tra cui Toti, Fontana, Zaia e Fedriga, condividono l’idea di ridurre la quarantena per chi è già vaccinato, mentre il governatore della Liguria afferma di voler proporre l’obbligo vaccinale, provvedimento che in realtà potrebbe essere discusso nelle prossime settimane.

Tra gli esperti anche Matteo Bassetti condivide questa ipotesi, sottolineando i danni che può causare questa nuova variante nelle prossime settimane: “Andiamo verso circa 100mila contagi al giorno e questo succederà credo a brevissimo e allora 7-10 giorni di isolamento, quarantena, vogliono dire un milione di persone che finiranno in isolamento; considerando poi che mediamente ognuno di questi ha avuto 5, qualche volta 10 contatti, il rischio è di avere nel giro di 7-10 giorni 10 milioni di persone in isolamento, in quarantena. Non ce lo possiamo permettere”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - L'alta infettività della variante Omicron sta facendo molto discutere e si stanno studiando delle alternative per provare a chiudere le meno persone possibile dentro alle mura di casa. Ridurre la quarantena potrebbe essere una buona notizia anche per cercare di aumentare il numero dei vaccinati, anche se al momento è solo un'ipotesi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!