Iscriviti

Covid-19, Vittorio Sgarbi: "Avete rotto i cog*** di Green Pass, vaccini e tamponi"

Il noto critico d'arte e sindaco di Sutri è intervenuto duramente contro le nuove norme varate dall'Esecutivo con un video su Facebook, poi ha anche attaccato il filosofo Galimberti e il virologo Massimo Galli, ex primario dell'ospedale Sacco di Milano.

Politica
Pubblicato il 10 gennaio 2022, alle ore 18:53

Mi piace
2
0
Covid-19, Vittorio Sgarbi: "Avete rotto i cog*** di Green Pass, vaccini e tamponi"

Vittorio Sgarbi, critico d’arte italiano e sindaco di Sutri, è tornato all’attacco con le sue posizioni a dir poco controverse circa la pandemia di Covid-19 e le norme introdotte dal Governo per cercare di fermare questa ennesima quarta ondata di contagi. Nel corso di un video apparso sulla sua pagina Facebook il critico d’arte si è detto stufo della persecuzione che l’Esecutivo avrebbe adottato nei confronti delle persone non vaccinate. Secondo Sgarbi i non vaccinati non sono pericolosi per gli altri, ma soltanto per loro stessi. 

“Si dice che un no-vax sia pericoloso. Ma per chi? Per chi è vaccinato? Come possono essere contagiosi? Vuol dire allora che il vaccino non serve” – questa è una delle frasi pronunciate dal critico d’arte che sicuramente non piacerà soprattutto ai sanitari che da ormai due anni lottano contro il patogeno pandemico e la saturazione degli ospedali. In questi giorni, vale la pena ricordare, stanno aumentando in tutta Italia i ricoveri per Covid e la maggior parte di essi riguardano persone che non sono vaccinate contro il Covid-19

Sgarbi: “Giusto che uno si protegga”

Nel corso del suo discorso Sgarbi è stato un fiume in piena e non le ha mandate a dire a nessuno. Prima di tutto è passato a spiegare il suo concetto, ovvero che chi non si vaccina sarà anche matto ma quest’ultimo non rappresenta appunto un pericolo per le altre persone vaccinate, se non per lui stesso. “Quelli che non vogliono vaccinarsi, ma chi danneggiano? E’ giusto non farli andare dal parrucchiere, dal fruttivendolo, in albergo? E per quale motivo?” – questa è la domanda che si è chiesta Sgarbi. 

Il critico d’arte è poi passato all’attacco di importanti personalità del mondo della cultura italiano e della medicina, come il filosofo Galimerti e il virologo Massimo Galli, ex primario dell’ospedale Sacco di Milano. Nei confronti del primo Sgarbi ha usato parole al vetriolo, ricordando al filosofo che se una persona è sana e negativa e conduce una vita che non lo espone a rischi, non rappresenterebbe un pericolo per la gente vaccinata. Poi l’attacco: “Non se ne può più. Avete rotto i cog…. di Green Pass, vaccini e tamponi”

Sgarbi ha poi citato appunto il virologo Galli, che recentemente, suo malgrado, si è ammalato di Covid pur avendo tre dosi di vaccino. “Cosa racconterà ora il professore che ha rotto i co…i per anni? E’ stato curato con le cure che i no-vax ritengono più opportune. Basta. E basta governo e basta obblighi, basta obblighi” – così ha poi continuato Sgarbi che si è avviato alla conclusione del suo discorso. “Avete rotto i cog…, gli avete rotti all’inverosimile” – questa è la conclsuine di Sgarbi. Parole che sicuramente faranno ampiamente discutere. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un video diventato virale quello di Vittorio Sgarbi, che si scaglia quindi contro le restrizioni che l'Esecutivo ha adottato soprattutto nei confronti delle persone non vaccinate, che rappresentano un pericolo semmai dovessero infettarsi con il Covid e tramsettere la malattia alle altre persone, anche se vaccinate. Per questo resta importante vaccinarsi contro il patogeno pandemico Sars-CoV-2.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!