Iscriviti

Covid-19, se i contagi aumentano possibili lockdown locali

L'Esecutivo presieduto da Mario Draghi sta ragionando su come agire nel caso i contagi dovessero aumentare in maniera esponenziale. Escluso un lockdown per soli non vaccinati, fondamentale resta proseguire con le vaccinazoni.

Politica
Pubblicato il 13 novembre 2021, alle ore 11:42

Mi piace
2
0
Covid-19, se i contagi aumentano possibili lockdown locali

Il Covid-19 in questi ultimi giorni sta spaventando l’Europa. In molte nazioni dell’Unione e del “Vecchio Continente” si sta assistendo ad un repentino aumento dei contagi da Sars-CoV-2. Tale circostanza ha portato alcuni Paesi, come ad esempio l’Austria, ad introdurre nuove e pesanti restrizioni alle libertà personali, ma soltanto nei confronti delle persone non vaccinate contro Covid-19. Per loro è stato introdotto un vero e proprio lockdown, cioè non potranno uscire da casa se non per motivi di necessità, come per andare a fare la spesa o al lavoro. 

Il Governo italiano presieduto da Mario Draghi sta studiando eventuali strategie da adottore se i contagi dovessero crescere in maniera esponenziale anche nel nostro Paese. I dati parlano chiaro: in questi ultimi giorni la curva sta crescendo anche in Italia, anche se la situazione da noi resta tutto sommato tranquilla. Il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità ha confermato un aumento dell’Rt, che è arrivato a 1,21 e anche dell’incidenza ogni 100.000 abitanti, arrivata a 78 (la scorsa settimana era a 53).

Lockdown locali

Ma quali sono le strategie che l’Esecutivo intende adottare per frenare il possibile aumento dei contagi? La parola d’ordine in questo senso rimane vaccinazione. Secondo le autorità sanitarie bisognerà continuare a vaccinare quante più persone possibili e convincere le persone scettiche a sottoporsi al siero. 

Ci sono milioni di persone che non hanno ancora ricevuto neanche una dose di vaccino anti Covid. Resterà in vigore il sistema che divide le regioni in colori a seconda del numero di contagi che si registrano nei vari territori. Resta l’obbligo di mascherina al chiuso e l’obbligo del Green Pass per accedere a luoghi di lavoro, eventi, ristoranti, cinema e teatri

Se la situazione peggiora, invece, potrebbero adottarsi dei lockdowns a livello locale, cioè soltanto in aree molto circoscritte e lì dove c’è un’incidenza di casi molto alta. Esclusa totalmente la possibilità di instaurare un lockdown generalizzato per i non vaccinati, il che presenterebbe comunque serie questioni di costituzionalità a detta degli esperti. Molto probabilmente sarà prorogato lo stato di emergenza che scadrà il 31 dicembre: per far ciò si interverrà molto probabilmente con un decreto legge e lo stato di emergenza dovrebbe essere prorogato almeno fino a marzo 2021.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire che l'emergenza sanitaria non è ancora finita, e che ci vorrà ancora del tempo per tornare alla piena normalità. Non è il momento di abbassare la guardia, anche perchè il Covid circola ancora moltissimo nel mondo. Si veda quanto sta succedendo in Europa. Ed è e resta importante vaccinarsi contro questo terribile patogeno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!