Iscriviti

Covid-19, Mario Draghi: "Sarebbe un errore proteggere tutte le attività economiche"

Nel suo primo discorso al Senato il Premier ha illustrato i punti salienti del suo Governo. Si dovrà proseguire con la campagna di vaccinazione, proteggere l'ambiente e i lavoratori gravati dalla crisi economica provocata dalla pandemia.

Politica
Pubblicato il 17 febbraio 2021, alle ore 12:54

Mi piace
1
0
Covid-19, Mario Draghi: "Sarebbe un errore proteggere tutte le attività economiche"

Il nuovo Governo presieduto da Mario Draghi ha ottenuto la fiducia, per cui adesso potrà insediarsi definitivamente. Il neo Premier ha tenuto quindi un discorso davanti al Senato, il primo del mandato. Draghi ha ringraziato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la fiducia che gli ha accordato nel voler formare la nuova squadra di Governo. Il Premier ha ringraziato anche il suo predecessore, Giuseppe Conte, il quale, ha detto Draghi, si è trovato a gestire una grave situazione di emergenza così come non accadeva dall’Unità D’Italia. La pandemia è infatti un’emergenza globale che richiede uno sforzo comune per poterne uscire. 

Per questo il piano di Draghi per la lotta alla pandemia prevede l’accelerazione della campagna vaccinale anti Covid e molto probabilmente ulteriori restrizioni. Su questo punto il Premier ha dichiarato che ogni cambio delle regole verrà comunicato tempestivamente alla popolazione. “Sostenere questo governo significa condividere l’irreversibilità della scelta dell’euro, significa condividere la prospettiva di un’Unione Europea sempre più integrata che approderà a un bilancio pubblico comune capace di sostenere i Paesi nei periodi di recessione” – queste le parole di Draghi. 

Il Premier: “Proteggere tutti i lavoratori, non tutte le attività”

Mario Draghi punta ad effettuare la vaccinazione anti Covid in tutte le strutture, sia pubbliche che private. Secondo il Presidente del Consiglio è utile vaccinare quanta più gente possibile, in quanto solo facendo in questo modo si potrà tornare ad una sorta di normalità, proteggendosi anche da eventuali varianti del virus, che mai come in questo momento stanno flagellando il mondo. Sarà utile anche far tornare a scuola i ragazzi con un orario normale, magari diviso in più fasce: i giovani insomma devono tornare a fare lezioni in presenza nel più breve tempo possibile. 

“Occorre rivedere il disegno del percorso scolastico annuale. Allineare il calendario scolastico alle esigenze derivanti dall’esperienza vissuta dall’inizio della pandemia. Il ritorno a scuola deve avvenire in sicurezza” – questo il monito di Mario Draghi nel suo discorso al Senato. Il Premier ha inoltre speso alcune parole per i lavoratori, riferendosi sempre all’emergenza pandemica in corso. 

“Il governo dovrà proteggere i lavoratori, tutti i lavoratori, ma sarebbe un errore proteggere indifferentemente tutte le attività economiche. Alcune dovranno cambiare, anche radicalmente. E la scelta di quali attività proteggere e quali accompagnare nel cambiamento è il difficile compito che la politica economica dovrà affrontare nei prossimi mesi” – così Mario Draghi ha detto davanti al Senato. Insomma, quello che si prevede è un cambiamento sociale, che la pandemia impone per salvaguardare la vita di tutti noi. 

Inoltre l’Esecutivo punterà a promuovere un riequilibrio salariale tra uomo e donna, che in Italia sarebbe uno dei peggiori d’Europa. Ad oggi, secondo Draghi, solo ritrovando l’unità e la coesione potremo uscire dalla fase di emergenza. Il sostegno al Governo, per Draghi, non deve poggiare su “alchimie politiche ma sullo spirito di sacrificio con cui donne e uomini hanno affrontato l’ultimo anno, sul loro vibrante desiderio di rinascere, di tornare più forti e sull’entusiasmo dei giovani che vogliono un paese capace di realizzare i loro sogni”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Parole importanti quelle di Mario Draghi al Senato, che ci fanno capire di come per affrontare la pandemia dovremo cambiare alcune cose nella nostra società. La costruzione di un mondo nuovo, fatto di uguaglianza e fraternità, è l'obiettivo che ci aspetta dopo la pandemia. La speranza che tutto finisca presto è quella di tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!