Iscriviti

Covid-19, Giuseppe Conte: "Necessaria nuova stretta a Natale per evitare terza ondata"

Il Premier in un'intervista al quotidiano La Stampa si è detto preoccupato della situazione, in quanto i contagi e i morti da Sars-CoV-2 sono ancora molti. Si è rivolto anche agli italiani pregandoli di non fare feste clandestine in casa.

Politica
Pubblicato il 15 dicembre 2020, alle ore 17:53

Mi piace
2
0
Covid-19, Giuseppe Conte: "Necessaria nuova stretta a Natale per evitare terza ondata"

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, è stato intervistato nelle scorse ore dal quotidiano torinese La Stampa. Nel corso dell’intervista il Premier ha espresso tutta la sua preoccupazione riguardo alla situazione epidemiologica da Sars-CoV-2 in Italia.

Conte ha quindi riferito che una nuova stretta sotto Natale “è necessaria” al fine di evitare una terza ondata di contagi già a gennaio 2021. Il Premier si dice soddsifatto delle misure adottate fino ad ora, che hanno consentito di evitare un lockdown generalizzato, che sarebbe stato delterio per la nostra economia.

Per il Governo non è comunque arrivato il tempo di abbassare la guardia, tutt’altro. La popolazione dovrà fare i conti ancora con numerose restrizioni durante i giorni di festa, che aiuteranno la curva dei contagi ad abbassarsi. L’obiettivo dell’Esecutivo è quello di ripartire con più slancio nel prossimo anno, mentre a breve arriveranno le prime dosi del vaccino anti Covid. “Mi addolora il numero dei decessi, che rimane elevato” – così ha detto il Premie durante la sua intervista. 

Giuseppe Conte: “No a feste clandestine in casa”

Secondo il Premier il triste primato dei morti per Covid dell’Italia dipende essenzialmente da un fattore, ovvero quello che da noi la curva dei contagi sta rallentando più lentamente che in altri paesi dove si è adottato un lockdown totale. Per quanto riguarda gli assembramenti a causa dello shopping natalizio registrati in alcune città italiane, Giuseppe Conte ha detto che bisogna assolutamente consentire agli italiani di scambiarsi i regali a Natale, ma tutto ciò deve avvenire con la massima prudenza. “Siate responsabili” – questo è il monito che Conte e tutto il Governo lanciano ai cittadini. 

Giuseppe Conte ha poi proseguito nella sua intervista, e ai giornalisti ha riferito di essere veramente deluso dal comportamento di alcune persone, che pensano di poter progettare feste clandestine in casa durante i giorni di Natale. Il Premier a tal proposito ha ricordato che si tratta di un comportamento irresponsabile, che mette a rischio sia se stessi che i propri cari. 

Il numero uno dell’Esecutivo nazionale, con queste parole, ha quindi voluto far capire a tutti la gravità della situazione. Il Governo continua a sensibilizzare i cittadini sui corretti comportamenti da seguire per poter evitare il contatto con il virus. Resta fondamentale, infatti, indossare la mascherina sia all’aperto che nei luoghi chiusi, lavarsi frequentemente le mani con acqua o sapone, o con soluzioni idroalcoliche, e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro dalle altre persone, specie quelle non conviventi nello stesso nucleo famigliare. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Sembra ormai sicuro che il prossimo Natale lo vivremo se non chiusi in casa, almeno con forti restrizioni. Purtroppo la pandemia sta portando uno sconvolgimento sociale senza precedenti, ma adesso con l'arrivo dei vaccini la situazione potrà presto tornare alla normalità. Ma bisogna resistere perché inizialmente le dosi non saranno per tutti. Rispettare le regole resta quindi fondamentale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!