Iscriviti

Covid-19, Giuseppe Conte: "A Natale tenere alta la guardia, vaccini segnale di speranza"

Il Premier italiano ha parlato durante un videomessaggio agli europei insieme agli altri 26 leader dei paesi della UE. Servirà ancora molta pazienza contro il Covid-19 e per questo bisognerà tenere alta l'attenzione. "Momento sereno per le nostre comunità".

Politica
Pubblicato il 23 dicembre 2020, alle ore 14:10

Mi piace
4
0
Covid-19, Giuseppe Conte: "A Natale tenere alta la guardia, vaccini segnale di speranza"

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, nelle scorse ore è intervenuto in un videomessaggio apparso sui canali di informazione della Unione Europea, nel quale si incoraggiano gli europei a trascorrere serenamente questo periodo di festa. Il Premier, rivolgendosi quindi anche agli italiani, ha detto che durante il Natale bisognerà tenere alta la guardia contro il Covid-19, la malattia che sta devastando il mondo intero, provocando sofferenza, morte e dolore. Conte ha sottolineato che i vaccini che si stanno mettendo a punto contro Sars-CoV-2 sono “più di un segnale di speranza”

Secondo il Premier italiano la pandemia sta provocando un costo umano definito “devastante”, e per questo tutti i cittadini dell’Unione dovrebbero collaborare per poter uscire insieme da questo incubo. Il videomessaggio dei leader europei si apre con l’invito del Presidente Ue, Charles Michel, a creare una sorta di squadra di 450 milioni di cittadini che tutti insieme lottano per sconfiggere il virus. Un richiamo all’unità, dunque, quello delle autorità europee, che mira a far capire l’importanza di piccoli gesti quotidiani per poter constrastare il virus, come indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale

Emmanuel Macron: “Vaccino ci libererà da pandemia”

Nel videomessaggio non è intervenuto soltanto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha sottolineato, così come Conte, che i vaccini saranno importanti, e questo “ci libererà dalla pandemia”. I leader europei sembrano molto convinti delle cure che stanno per arrivare, per questo chiedono ai cittadini ancora qualche sforzo prima di cominciare a vedere la luce in fondo al tunnell.

Tra l’altro i vaccini si sono messi a punto nel giro di un anno, e ciò rappresenta sicuramente un traguardo importante. La cancelliera tedesca Angela Merkel, che recentemente ha introdotto un nuovo, pesante lockdown nel suo Paese, ha detto che alla fine di tutto questo il mondo intero e l’Europa saranno più forti. La pandemia è ritenuta infatti una sfida globale da parecchie nazioni, che hanno deciso quindi di cooperare tutte insieme. Una “guerra”, così come è stata definita da più parti, che mette di fronte ogni angolo del globo. 

“Il 2020 è stato un anno impegnativo che ci ha dimostrato ancora una volta che insieme siamo più forti” – questo il titolo del videomessaggio apparso anche sui canali social del Consiglio Europeo. La speranza di tutti, adesso, è quella che queste feste siano la rampa di lancio verso un futuro più roseo. In Italia già dai primi giorni di gennaio comincerà la campagna vaccinale di massa contro il Covid-19 e le autorità sperano di arrivare alla cosidetta immunità di gregge già entro l’estate, o al massimo entro il prossimo autunno. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Parole veramente importanti quelle del Premier Conte e dei 26 leader europei, che rimarcano ancora il concetto chiave di tutta la lotta alla pandemia: continuare a rispettare le regole e fare dei piccoli sacrifici adesso per poter vivere meglio il dopo Covid. Serve ancora l'aiuto di tutti per poter uscire dalla fase di emergenza e tornare ad una "quasi" normalità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!