Iscriviti

Calenda commenta l’addio di Renzi definendolo mera scissione parlamentare

Carlo Calenda, nel corso della sua intervista, ha spiegato di non aver fatto la scissione, come Renzi, in quanto il suo intento è quello di cambiare l'approccio alla politica.

Politica
Pubblicato il 17 settembre 2019, alle ore 23:38

Mi piace
3
0
Calenda commenta l’addio di Renzi definendolo mera scissione parlamentare

Matteo Renzi ha in mente un nuovo progetto politico, dopo l’uscita dal Partito Democratico. Sono arrivate le dichiarazioni di Carlo Calenda che ha voluto esprimere il proprio parere rispetto all’idea dell’ex segretario del PD. Calenda ha sottolineato l’importanza di un nuovo progetto in quanto, a suo parere, ci troviamo di fronte a un gigantesco declino per ciò che riguarda la classe dirigente.

L’ex esponente del PD, nel corso dell’intervista a “Il Messaggero”, ha fatto degli esempi precisi, facendo riferimento ai volti di questa stagione politica, come Salvini con il rosario, Berlusconi alla ricerca del delfino impossibile, e la decisione di Renzi di lasciare il PD alleatosi con il M5S.

Le parole dell’ex ministro del PD

Calenda ha voluto parlare del PD guidato da Dario Franceschini, attraverso queste parole: “Siamo all’ultimo atto della terza Repubblica per altro mai nata”. Sono state poste delle domande a Calenda al quale è stato ricordato che, come lui, Renzi ha intenzione di dare il via a una nuova Italia che possa diventare innovativa.

Carlo Calenda ha precisato che a lui quella di Renzi sembra essere piuttosto una scissione parlamentare. L’ex ministro ha sottolineato l’impossibilità di creare qualcosa insieme con Matteo Renzi, in quanto lui non ha l’obiettivo di fare scissione e si impegna per cambiare i metodi e l’approccio stesso alla politica.

Calenda ha spiegato che non bisogna parlare di riformismo oppure di liberalismo, ma si deve puntare su una parola precisa come la serietà. Ha fatto notare la necessità di riportare a capo della nazione una classe dirigente formata da persone serie che siano maggiormente attente ai problemi legati alla quotidianità.

Carlo Calenda ha spiegato di essere pronto a fare un nuovo movimento politico che verrà lanciato il prossimo 9 dicembre, senza dimenticare l’iniziativa legata al primo progetto, basato sulla sanità, guidato dall’esperto Walter Ricciardi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Carlo Calenda non riesce ad andare sulla stessa linea di Matteo Renzi, dimostrando di avere delle idee completamente differenti rispetto all'ex segretario del PD. L'ex ministro dello Sviluppo Economico ha fatto notare che il momento in cui è uscito dal PD non è lo stesso di quello in cui se ne è andato Matteo Renzi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!