Iscriviti

Alessandro Di Battista: si è sentito deluso dal leader della Lega Matteo Salvini

L'esponente del Movimento Cinque Stelle ha parlato di Matteo Salvini, spiegando di essere stato deluso dal suo comportamento: "Mi ha deluso, i suoi ne dicono peste e corna".

Politica
Pubblicato il 14 settembre 2019, alle ore 11:39

Mi piace
3
0
Alessandro Di Battista: si è sentito deluso dal leader della Lega Matteo Salvini

Sono arrivate le dichiarazioni di un esponente molto importante del Movimento Cinque Stelle, corrispondente al nome di Alessandro Di Battista. Quest’ultimo si è detto deluso da Matteo Salvini attraverso queste parole che non lasciano alcun dubbio: “I suoi ne dicono peste e corna”.

Il pentastellato ha parlato del Partito Democratico come del garante del sistema, ma non nasconde il proprio scetticismo in merito all’esecutivo Conte bis e riguardo al ruolo del PD. Di Battista si è concentrato su Matteo Renzi, ex segretario del Partito Democratico, attraverso queste parole: “Non crediate che si sia convertito sulla via di Damasco”.

Le parole di Di Battista

Torna a parlare Alessandro Di Battista dopo alcuni giorni di silenzio successivi alla nascita del governo giallorosso, ma ha fatto notare di non essere stato tra gli sponsor per far nascere questo esecutivo. Allo stesso tempo, il pentastellato non ha risparmiato le critiche nei confronti di Matteo Salvini, dicendo di essere stato un acerrimo nemico di Salvini soprattutto in un dato momento.

Di Battista ha continuato dicendo di aver combattuto in maniera forte la stessa Lega, ma ha spiegato di essere rimasto deluso da Salvini quando ha cominciato a essere pavido di fronte ai poteri forti. Queste sono le dichiarazioni dell’esponente del M5S nel corso dell’intervista rilasciata alla trasmissione “Diritto E Rovescio”, condotta dal giornalista Paolo Del Debbio su Rete 4.

Inoltre, Di Battista si è espresso in merito al leader Salvini con queste parole, facendo notare che c’è poca compattezza all’interno del suo partito: “Ho rapporti diretti con ex ministri e politici della Lega, pubblicamente sono compatti e difendono il capitano, privatamente ne dicono di peste e corna“.

Nel corso della chiacchierata con Paolo Del Debbio, Di Battista ha espresso il proprio parere riguardo alla persona di Giuseppe Conte: “Come tutti i cittadini sono un elettore e aspetterò di vedere e giudicherò i politici”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Alessandro Di Battista ha dimostrato una certa perplessità rispetto alla formazione del governo giallorosso ma si è definito un cittadino come le altre persone, non ricoprendo delle cariche, e di conseguenza attende delle novità per dare il proprio giudizio. Dunque ciò dimostra che ci sono delle contraddizioni all'interno del M5S.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!