Urla “Allah Akbar” nel bosco con un machete e viene denunciato. Lui: “Avevo solo trovato un fungo” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 19 marzo 2019, alle ore 16:35

Urla “Allah Akbar” nel bosco con un machete e viene denunciato. Lui: “Avevo solo trovato un fungo”

Qualche mese (ormai quasi un anno) fa a Massa Marittima, provincia di Grosseto, un pensionato che cercava funghi in un bosco ha avuto un incontro inaspettato con due persone della provincia di Siena. Il protagonista si chiama Sandro Stefanucci. “Vento”, questo il soprannome con cui molti lo chiamano, aveva trovati alcuni funghi e, per difendere le fungaie, era ricorso a un gesto inaspettato.

Urla “Allah Akbar” nel bosco con un machete e viene denunciato. Lui: “Avevo solo trovato un fungo”

La coppia di pensionati della provincia di Siena era diretta in auto a Follonica e a un certo punto del tragitto si era divisa per qualche minuto: il marito doveva andare a far pipì. L’uomo si è quindi addentrato nella boscaglia per evitare che gli automobilisti lo vedessero. Ma a incrociarlo è stato “Vento”, che l’ha scambiato per un altro cercatore di funghi e ha urlato “Allah Akbar!” per spaventarlo.

Urla “Allah Akbar” nel bosco con un machete e viene denunciato. Lui: “Avevo solo trovato un fungo”

L’espressione vuol dire semplicemente “Allah è grande”, ma grazie ai media occidentali è diventata il “grido di battaglia” dei terroristi dell’ISIS. I due pensionati senesi, trovandosi in un luogo poco conosciuto e vedendo un uomo arrabbiato armato di machete che urlava una frase del genere, hanno temuto il peggio. Si sono allontanati di fretta e si sono diretti alla stazione dei carabinieri più vicina.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA