Terremoto Vesuvio, nuovo sciame sismico avvertito dai cittadini: “Stiamo monitorando tutti i parametri” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 3 dicembre 2018, alle ore 14:28

Terremoto Vesuvio, nuovo sciame sismico avvertito dai cittadini: “Stiamo monitorando tutti i parametri”

Nuovo sciame sismico sul Vesuvio, l’Osservatorio Vesuviano: “Stiamo monitorando tutti parametri”

È stato segnalato nuovo sciame sismico sul Vesuvio dopo quello registrato nei giorni precedenti, è stata rilevata una lieve scossa di terremoto nell’area del cratere del Vesuvio alle 00.42 della scorsa notte di magnitudo 2.4 con ipocentro ad una profondità di 1,63 km. A riferirlo è stato l’osservatorio Vesuviano.

Nella scorsa notte è stata avvertita una scossa di terremoto di magnitudo 2.4 con ipocentro ad una profondità di 1,63 km nelle zone del Vesuvio.

Terremoto Vesuvio, nuovo sciame sismico avvertito dai cittadini: “Stiamo monitorando tutti i parametri”

Alle 2:54 si è verificato un altro evento sismico con magnitudo 0.2, la direttrice dell’osservatorio Vesuviano, Francesca Bianco, ha fatto sapere che tutti i parametri sono monitorati e al momento non mostrano anomalie. E così nella scorsa notte sono state avvertite altre due scosse di magnitudo simile ad una profondità di 2 km, la prima è stata avvertita con epicentro a Massa di Somma quindi ad Ottaviano, e la seconda si è registrata con magnitudo 2.3 sull’altro versante del Vesuvio non lontano da Cercola con epicentro nel comune di Massa di Somma.

Terremoto Vesuvio, nuovo sciame sismico avvertito dai cittadini: “Stiamo monitorando tutti i parametri”

I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno fatto sapere che le scosse rientrerebbero nella nella normale attività del vulcano che resta ancora attivo seppur in stato di quiescenza.

La scossa è stata avvertita dagli abitanti anche se è avvenuta in un orario notturno dove in tanti stavano già dormendo, ad Ottaviano la Terra ha tremato verso le 00.42. La scossa è stata registrata ad una profondità di appena 2 km ed è la stessa profondità di quella registrata alle 20:09 a Massa di Somma con magnitudo 2.3 simile a quella successiva sentita ad Ottaviano.