Terremoto, torna la paura a Napoli: avvertiti tremori e boati, gente impaurita (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 1 dicembre 2018, alle ore 14:40

Terremoto, torna la paura a Napoli: avvertiti tremori e boati, gente impaurita

Il sisma è stato avvertito chiaramente in molti paesi della provincia di Napoli soprattutto quelli vicini al Vesuvio ma i sismologi rassicurano sulla pericolosità del vulcano.

Questa notte è stata avvertita una scossa di terremoto alle falde del Vesuvio, a riportarlo è stato l’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (IGV). Il sisma di magnitudo 2.1 si è verificato intorno alle ore 4:00 ad una profondità di 2 km ed è stato localizzato dalla sala operativa INGV-OV (Napoli).

Terremoto, torna la paura a Napoli: avvertiti tremori e boati, gente impaurita

I comuni nelle vicinanze dell’epicentro sono Trecase, Boscotrecase, San Sebastiano al Vesuvio, Torre del Greco, Massa di Somma, Portici, Boscoreale, Torre Annunziata, Ercolano, Pollena Trocchia, Terzigno, Ottaviano, Sant’Anastasia, Somma Vesuviana, San Giorgio a Cremano, Cercola, San Giuseppe Vesuviano, Pompei, Volla, Poggiomarino. Alcuni hanno avvertito la scossa e gli abitanti, impauriti, sono corsi in strada. A Napoli e in Campania è tornata la paura, uno sciame sismico in queste ore sta facendo preoccupare gli abitanti. Le scosse sono di lieve entità e sono tutte molto superficiali, si stanno verificando ad intervalli di tempo molto ravvicinati.

Terremoto, torna la paura a Napoli: avvertiti tremori e boati, gente impaurita

Questo sta facendo preoccupare tutti gli abitanti della zona, la prima scossa si è verificata alle 15:50 di ieri ed è stata di magnitudo 1.5, l’epicentro è stato localizzato nel Parco Nazionale del Vesuvio a Napoli e l’ipocentro a soli 0.3 km di profondità. La seconda scossa si è verificata alle 15:55 ed è stata di magnitudo 2.3 l’epicentro è stato localizzato a Massa di Somma a Napoli mentre l’ipocentro soli 1.6 km di profondità. Alle 16:55 si è verificata una terza scossa di magnitudo 2.3, l’epicentro è stato localizzato nel Parco Nazionale del Vesuvio e l’ipocentro a 1.6 km di profondità.