Iscriviti

Terni, coltiva marijuana per il figlio: "Così non la compra da gente poco raccomandabile"

Un uomo di 66 anni ha coltivato marijuana nella sua abitazione e una volta arrivati i Carabinieri la sua giustificazione ha sorpreso non poco: ecco la notizia nel dettaglio.

Notizie Curiose
Pubblicato il 14 ottobre 2020, alle ore 16:12

Mi piace
2
0
Terni, coltiva marijuana per il figlio: "Così non la compra da gente poco raccomandabile"

Una coltivazione di marijuana in piena regola, quella che si sono trovati davanti i Carabinieri una volta arrivati presso il domicilio di un 66enne incensurato di Terni. Quello che però ha lasciato sconcertati gli uomini delle forze dell’ordine è stata la giustificazione che l’uomo ha dato in merito a questo suo particolare passatempo.

In pratica l’uomo si è giustificato dicendo che le numerose piante di marijuana rinvenute erano destinate al figlio: “Coltivo la marijuana per mio figlio, che ne è un grande consumatore. Così evito che la compri da persone poco raccomandabili“. Queste le parole usate dall’uomo di Terni che ha provato a spiegare ai Carabinieri il perché di quella coltivazione.

La coltivazione di marijuana in un’abitazione privata a Terni

Gli agenti sono giunti nella cantina della sua abitazione e hanno trovato moltissime piantine di marijuana appese in modo da farle essiccare e in barattoli di vetro altra già pronta e confezionata. Ma non solo nella cantina, anche in giardino c’era qualcosa che ha attirato l’attenzione dei Carabinieri: una pianta di canapa alta più o meno 2 metri svettava all’interno del giardino.

Il 66enne, che pare non abbia trascorsi con la giustizia, era ben attrezzato infatti era munito di un bilancino di precisione, una bilancia e la macchina per il sottovuoto. Tutte strumentazioni per preparare le dosi di stupefacente, confezionarle e infine venderle. I Carabinieri sono arrivati all’uomo di Terni dopo un’indagine per verificare nei dintorni la presenza di coltivazioni di marijuana.

Gli uomini delle forze dell’ordine hanno perquisito tutta la casa dell’uomo e hanno arrestato il proprietario dell’abitazione. Quindi pare che la giustificazione dell’uomo non sia bastata ai Carabinieri per chiudere un occhio su questa vicenda. Le sorti del 62enne non sono ancora state rese note, al momento si sa solo del suo arresto in seguito al ritrovamento presso la sua abitazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Sicuramente non è stato tanto il ritrovamento della coltivazione di marijuana a sorprendere le forze dell'ordine, quanto la giustificazione del proprietario dell'abitazione in cui il ritrovamento è stato fatto. L'uomo avrà provato in tutti i modi a trovare una ragionevole scusa per ciò che aveva in cantina, ma evidentemente non è stato abbastanza geniale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!