Straziante scoperta a Pompei: rinvenuto scheletro di un uomo schiacciato da un blocco di pietra (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 30 maggio 2018, alle ore 18:34

Straziante scoperta a Pompei: rinvenuto scheletro di un uomo schiacciato da un blocco di pietra

Lo scheletro di un uomo romano che fu decapitato da una gigantesca lastra di roccia è stato scoperto dagli archeologi nell’antica città di Pompei. Secondo i funzionari, l’uomo, di età compresa tra i trenta, stava tentando di fuggire dall’eruzione del Vesuvio quando una roccia di 300 kg si schiantò contro di lui, decapitandolo e uccidendolo all’istante.

Il Telegraph riferisce che quest’uomo aveva lottato per fuggire dalla città ed aveva un’infezione alla gamba. Gli archeologi hanno trovato la roccia che spuntava dal terreno, con i resti dell’uomo intatto dal petto in giù.

Straziante scoperta a Pompei: rinvenuto scheletro di un uomo schiacciato da un blocco di pietra

La roccia, che gli esperti ritengono possa aver fatto parte di un portale di pietra, fu scaraventata in aria dalla forza dell’eruzione, che devastò Pompei nel 1979. Oggi è conosciuta come una delle più catastrofiche eruzioni vulcaniche della storia europea. Lo scheletro è stato scoperto in un’area in cui si stanno verificando nuovi scavi, vicino a un vicolo appena scoperto di case con balconi. Massimo Osanna, il direttore generale del sito archeologico, ha definito la scoperta “drammatica ed eccezionale”.

Straziante scoperta a Pompei: rinvenuto scheletro di un uomo schiacciato da un blocco di pietra

Osanna, ha detto che questa “scoperta eccezionale” che descrive una “morte terribile” sono “i resti di una persona zoppa, a cui probabilmente è stato impedito di fuggire a causa delle difficoltà motorie”.

In una dichiarazione, gli archeologi hanno detto: “Un formidabile blocco di pietra (forse uno stipite della porta), violentemente scagliato dalla nube vulcanica, si è scontrato con la parte superiore del corpo, schiacciando la parte più alta del torace e la testa ancora da identificare, che probabilmente giace sotto il blocco di pietra. “