Sparisce di casa per tre giorni: aveva dormito vicino al Pronto Soccorso per paura di morire di caldo (2 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 3 luglio 2019, alle ore 10:45

Sparisce di casa per tre giorni: aveva dormito vicino al Pronto Soccorso per paura di morire di caldo

Non c’era bisogno di arrivvare a tanto, spesso per evitare i colpi di caldo basta veramente poco. Da tempo le associazioni che si occupano di assistenza agli anziani hanno lanciato diverse campagne di sensibilizzazione sui giusti modi di rinfrescarsi durante l’estate. Alcuni dei consigli dati potranno sembrare banali, ma c’è ancora chi non li rispetta mettendo a repentaglio la propria salte.
.

Sparisce di casa per tre giorni: aveva dormito vicino al Pronto Soccorso per paura di morire di caldo

1) Bere delle bevande calde aiuta a mantenere bassa la temperatura corporea. In Paesi come come Libia e Marocco questo consiglio fa parte della saggezza popolare, ma in Italia sembra un controsenso. Le migliori bevande calde sono al miele e alla menta

2) Spruzzare dell’acqua sulla pelle.  Se non hai la possibilità di tuffarti in piscina o al mare, ricorri a degli stratagemmi più a portata di mano, per esempio a uno spruzzatore.

3) Le lenzuola adatte. In estate bisogna utilizzare lenzuola in tessuti naturali e dai colori molto chiari

Sparisce di casa per tre giorni: aveva dormito vicino al Pronto Soccorso per paura di morire di caldo

4) Usare un panno freddo. Quando si è in casa è opportuno appoggiare sul capo un panno in flanella precedentemente lasciato in freezer per qualche ora.

5) Raffreddare l’aria del ventilatore. Spesso il ventilatore sembra inutile, soprattutto quando non fa altro che spostare l’aria calda. Basta riempire una ciotola con numerosi cubetti di ghiaccio e disporla su un ripiano di fronte al ventilatore, che emanerà così una piacevole aria fresca.

6) Mangiare con moderazione. Non esagerare a pranzo e a cena, preferire invece piccoli spuntini nel corso della giornata.