Si scola bottiglia intera di cognac pur di non consegnarla alla security dell’aeroporto (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 22 dicembre 2018, alle ore 10:02

Si scola bottiglia intera di cognac pur di non consegnarla alla security dell’aeroporto

Una delle regole fondamentali per il trasporto aereo, com’è noto, è il divieto di portare a bordo liquidi oltre i 100 ml. Le restrizioni in generale sono una delle poche cose che non piace ai “viaggiatori da bagaglio a meno” che stanno per prendere un aereo. C’è sempre un po’ d’ansia quando, pochi minuti prima del check-in, si va a passare la valigia per vedere se tutte le regole sono state rispettate.

Si scola bottiglia intera di cognac pur di non consegnarla alla security dell’aeroporto

Possono esserci chili di troppo, oggetti appuntiti o cibi in generale che non vengono accettati e quindi vanno buttati. C’è chi, con i famosi “trucchi del mestiere”, riesce comunque a portarsi dietro qualche oggetto che non sarebbe consentito dalla legge. In molti aeroporti, però, c’è una soluzione che è tutto sommato soddisfacente (seppur dispendiosa): spedire quegli oggetti “di troppo” via posta alla propria residenza.

Si scola bottiglia intera di cognac pur di non consegnarla alla security dell’aeroporto

Pochi giorni fa, all’aeroporto internazionale di Pechino, capitale della Cina, è successo un fatto curioso con un “protagonista” un super alcolico, che chiaramente non è accettato a bordo. Molti sanno che negli aeroporti tutto costa caro, ad eccezione di alcuni prodotti che vengono venduti nei negozi “duty free”, ovvero senza tasse e imposte. Una donna cinese di 40 anni aveva comprato una bottiglia di cognac proprio in uno di quei negozi.