Sappiate dire buongiorno, per favore, grazie e scusa: solo così sarete persone migliori (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 4 luglio 2019, alle ore 12:56

Sappiate dire buongiorno, per favore, grazie e scusa: solo così sarete persone migliori

La lettera dell’insegnante Marisa Abbondanzieri ai suoi scolari, diventa virale

Marisa Abbondanzieri è andata in pensione il primo settembre del 2017, la maestra ha voluto scrivere una lettera ai suoi studenti dove, oltre a salutarli, ha voluto dar loro una serie di preziose raccomandazioni. Questa lettera è stata riportata su La Repubblica.

E’ arrivato il momento di salutarci, termina l’anno scolastico e con esso la mia storia di insegnante iniziata il 5 ottobre 1975 qui vicino, a Montecarotto”. La maestra Marisa ha poco più di 60 anni, ha iniziato la sua carriera da insegnante quando aveva solo 19 anni, nel 1975.

Sappiate dire buongiorno, per favore, grazie e scusa: solo così sarete persone migliori

Dal 1983 è stata maestra elementare nelle scuole di Acervia, Montecarotto e Serra De’ Conti. Durante l’ultimo giorno di scuola, la maestra ha consegnato ai suoi alunni questa magnifica lettera.

“Quarantadue anni di splendide esperienze, interessanti e pieni di incontri: gli alunni, le alunne, i genitori, il personale scolastico e gli insegnanti. Del resto l’insegnante è il mestiere più bello del mondo! Voi siete l’ultimo gruppo di alunni che si aggiungono a molti altri: cinquantatré tra splendide ragazze e splendidi ragazzi con i quali ho passato due anni importanti”.

Sappiate dire buongiorno, per favore, grazie e scusa: solo così sarete persone migliori

“Ho cercato di darvi ogni volta il meglio di quello che so fare, almeno credo, voi mi avete dato il bello della vostra età, della vostra vivacità e intelligenza, quindi come spesso vi ho detto alla fine della mattinata: è stato bellissimo. Spero di avervi insegnato un po’ di cose che giudico molto importanti. Ve ne lascio scritte alcune”.

Nella lettera, la maestra Marisa ha voluto condividere con i suoi allievi alcune raccomandazioni che sono molto importanti per lei e che anche gli adulti dovrebbero comprendere:

“Sappiate di vivere nella parte più “facile” del mondo, c’è chi non si trova altrettanto “comodo”.