Ricco e nobile 72enne cerca disperatamente una giovane moglie per avere un erede: “Avrà tutto il mio patrimonio” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 10 settembre 2018, alle ore 12:42

Ricco e nobile 72enne cerca disperatamente una giovane moglie per avere un erede: “Avrà tutto il mio patrimonio”

L’aristocratico milionario, 72 anni, sta cercando una giovane moglie e erede

Un aristocratico milionario sta cercando una giovane moglie per avere un erede. Si tratta di Benjamin Slade, 72 anni, che ha annunciato pubblicamente la sua richiesta ma i suoi sforzi per trovare una donna non hanno avuto successo, probabilmente per le sue troppe richieste, sì perché per Sir Benjamin Slade, l’erede ideale “deve essere una donna in età fertile, ma non una ragazzina, quindi deve avere tra i 30 e i

Ricco e nobile 72enne cerca disperatamente una giovane moglie per avere un erede: “Avrà tutto il mio patrimonio”

40 anni. Inoltre, non deve essere alta più di un metro e 65 centimetri”. Le sue estreme richieste hanno suscitato molto scalpore, così ha pensato di aggiungere alla lista di requisiti, un fisso annuale superiore al milione di euro.

Ma non è finita qui, la sua donna ideale deve essere intelligente, magari con capacità gestionali, così saprebbe a chi affidare le sue enormi responsabilità, inoltre desidera trovare una donna in possesso del porto d’armi e la licenza da pilota di elicotteri. “Dovrà vivere in un castello costruito nel XIII secolo ed essere

Ricco e nobile 72enne cerca disperatamente una giovane moglie per avere un erede: “Avrà tutto il mio patrimonio”

una buona casalinga e “allevatrice” di bambini“. Per quanto riguarda l’intimità, ha dichiarato che la sua donna non avrà alcun tipo di problema: “Penso a tutto io, ci so fare ancora”. Durante un’intervista, ha dichiarato che avrebbe cercato di avere dei figli con la sua partner e non sarebbe stato in grado di prendere in considerazione l’adozione perché è troppo vecchio.

Alla domanda se avesse considerato l’adozione, Sir Benjamin ha sottolineato che la sua età era un problema: “Mi