Perugia: ha il biglietto ma picchia lo stesso il controllore. Denunciato (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 17 ottobre 2019, alle ore 12:57

Perugia: ha il biglietto ma picchia lo stesso il controllore. Denunciato

Lo scorso weekend la Polizia Ferroviaria, in collaborazione con la Polizia di Stato, ha effettuato una serie di controlli straordinari nelle stazioni e sui treni di Marche, Umbria ed Abruzzo. Oltre 1.500 persone sono state identificate in 127 convogli scortati e lungo le linee ferroviarie sono state impegnate 24 pattuglie. Il bilancio, se rapportato ai numeri, è tutto sommato tranquillizzante: soltanto due persone sono finite nei guai con la legge e un minore è stato rintracciato.

Perugia: ha il biglietto ma picchia lo stesso il controllore. Denunciato

Il minore è un 17enne albanese, non accompagnato, che aveva trovato rifugio presso una comunità per minori di Bari. Il ragazzo, volontariamente, si è allontanato dalla struttura e si è spostato verso nord con il treno. È stato rintracciato a bordo di un regionale dalle parti di Ancona dalla Polizia ferroviaria. Sceso dal treno, è stato rifocillato e affidato a un’altra Comunità per minori.

Perugia: ha il biglietto ma picchia lo stesso il controllore. Denunciato

Nelle stesse ore èè stato denunciato un 30enne nigeriano poiché trovato senza biglietto sul treno regionale che da Roma portava a Perugia. Sprovvisto di biglietto, ha anche rifiutato di fornire le proprie generalità ai controllori. Alla vista degli agenti della Polfer, chiamati dal controllore, è fuggito dal treno, cercando di far perdere le sue tracce. Tentativo fallito: degli agenti sono riusciti a bloccarlo. Ma la storia più incredibile riguarda la seconda persona denunciata.