Pedofilo ucciso, la Procura: “Mandante è la famiglia della 15enne abusata” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 28 dicembre 2018, alle ore 16:19

Pedofilo ucciso, la Procura: “Mandante è la famiglia della 15enne abusata”

Pedofilo ucciso a Benevento, la Procura: i mandanti sono i familiari della 15enne vittima di abusi

Uccisero il pedofilo che abusò di una ragazzina di 15 anni, per i magistrati è omicidio predeterminato.

Il procuratore di Benevento Aldo Policastro ha dichiarato che i due arrestati per l’omicidio del pedofilo che abusò di una 15enne che poi si tolse la vita impiccandosi ad un albero è stato sicuramente concordato prima:

Pedofilo ucciso, la Procura: “Mandante è la famiglia della 15enne abusata”

L’omicidio di Giuseppe Matarazzo è stato sicuramente su commissione e i due arresti di oggi sono solo l’inizio perché le indagini vanno avanti alla ricerca di un eventuale intermediario e dei mandanti“. Proseguono le indagini per la ricerca di altri eventuali complici dell’omicidio di Giuseppe Matarazzo, che nel 2008 abusò di una ragazzina di 15 anni causando un trauma talmente forte da spingere la ragazzina a togliersi la vita. Giuseppe aveva 45 anni ed era originario di Frasso Telesini, quando è stato ucciso da due colpi di arma da fuoco nel luglio del 2008 davanti alla sua casa.

Pedofilo ucciso, la Procura: “Mandante è la famiglia della 15enne abusata”

Secondo i magistrati dunque i due pregiudicati familiari della ragazzina arrestati sarebbero i mandanti dell’omicidio del pedofilo Giuseppe Matarazzo, conclusione appoggiata anche dai risultati delle indagini patrimoniali eseguite dai Carabinieri del comando provinciale di Benevento secondo le quali sarebbero stati pagati alcune migliaia di euro per l’esecuzione di Giuseppe. Il pedofilo aveva già scontato una condanna ridotta a 11 anni e 6 mesi per violenza su minore quando è stato ucciso da due colpi di pistola davanti casa.